Governo, l'apertura di Zingaretti per tenere unito il partito. Ma non sente Di Maio

L'apertura di Zingaretti per tenere unito il partito. Ma non sente Di Maio
di Simone Canettieri
Dopo l'apericena, il silenzio. Nicola Zingaretti passa il sabato in attesa di un contatto con Luigi Di Maio che però non arriva. Eppure venerdì sera, a casa del sottosegretario Vincenzo Spadafora, i due leader avevano messo sul tavolo le rispettive condizioni «irrinunciabili» per continuare la trattativa. Un muro contro muro, con una subordinata: «Aggiorniamoci domani». Ieri, però i telefoni del segretario Pd e quello del capo politico grillino non hanno avuto contatti. In mezzo c'era,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 25 Agosto 2019, 09:14 - Ultimo aggiornamento: 13:47