Il Comune cerca un gestore per la Vitrifrigo e l’hangar. Pubblicato l’avviso, domande entro il 15 luglio. L’Arena finora affidata ad Aspes

Vitrifrigo
Vitrifrigo
di Thomas Delbianco
3 Minuti di Lettura
Sabato 18 Giugno 2022, 09:00

PESARO - Un palas ampiamente collaudato, la Vitrifrigo, e uno tuttora in cantiere, l’hangar di viale dei Partigiani, mettete insieme le due strutture e verrà fuori un’intenzione del Comune che è già un obiettivo preciso: trovare qualcuno a cui affidarne la gestione. Ieri è stato pubblicato l’avviso «per la gestione delle due strutture di proprietà comunale denominate Vitrifrigo Arena e Palas», così si legge nella manifestazione d’interesse. 


La vicenda Tecnocasa
Una consultazione preliminare che è probabilmente anche una conseguenza degli strascichi legati alla recente vicenda Tecnocasa, riguardante la sovrapposizione tra convention e gara playoff della Vuelle, che ha fatto alzare i toni tra Comune ed Aspes e che ha portato al siluramento immediato del direttore Filippo Colombo. Ma forse quella testa non è bastata. L’avviso specifica che alla Vitrifrigo Arena si svolge il Rof e il campionato di Basket di Serie A della Vuelle. «Nelle date programmate per tali manifestazioni, pertanto - si legge - il gestore non ne avrà la completa disponibilità. Resteranno nella disponibilità del gestore per tutti gli altri eventi di natura sportiva e spettacolistica, che potrà organizzare, anche con le opportunità che verranno offerte econcordate con il Comune di Pesaro nell’ambito della programmazione del progetto Città della Cultura 2024». 


Il passaggio
Quest’ultimo passaggio sottolinea piuttosto il futuro utilizzo della Vitrifrigo (e del futuro PalaScavolini o Auditorium Scavolini una volta terminato) per gli eventi in programma tra due anni. «Pesaro Capitale italiana della Cultura - si rimarca - dovrà pertanto essere anche dialogo con i suoi luoghi della cultura in trasformazione. Intorno alle due strutture potrà svolgersi una parte dirimente della sua programmazione di eventi in vista del 2024. «La consultazione preliminare - si legge - va intesa come una fase propedeutica alla vera e propria procedura di gara non finalizzata all’aggiudicazione di alcun contratto ma volta a: informare gli operatori economici dell’intendimento della Stazione Appaltante di voler indire una procedura ai sensi del Codice dei Contratti Pubblici, verificare l’esistenza di operatori economici interessati alla gestione delle due strutture, agevolare la predisposizione e lo svolgimento della relativa procedura». 


La disponibilità
Tra gli incisi si rimarca come l’hangar di viale dei Partigiani «è attualmente in fase di ristrutturazione e sarà presumibilmente disponibile entro il 2024». I soggetti interessati dovranno far pervenire la propria manifestazione di interesse entro il termine «perentorio» del 15 luglio prossimo, alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA