Baby rapinatore solitario con coltello e mascherina: «Che paura, gli ho lanciato la sedia»

Giovedì 25 Giugno 2020 di Gianluca Murgia
Baby rapintore solitario con coltello e mascherina: «Che paura, gli ho lanciato la sedia»


VALLEFOGLIA - Il coltello da cucina, con la lama appuntita, impugnato davanti alla commessa da un 17enne italiano di origine straniera, con mascherina d’ordinanza, occhiali scuri e giacca militare con cappuccio, poi costretto alla fuga dalla rivolta dei presenti. Nessuna banda, nessun complice: i due ragazzi notati su un’auto, all’esterno del supermercato, sono risultati estranei all’irruzione solitaria e armata del minorenne.

LEGGI ANCHE:
Liste d’attesa, parte la rincorsa: in agenda 680 ore in più e un piano da 5 milioni

Gianni stroncato in casa dal malore mentre preparava la nuova lezione


«È entrato ed è venuto direttamente alla cassa - ha dichiarato la commessa protagonista, suo malgrado, della vicenda - Ha tirato fuori il coltello e l’ha alzato verso due clienti che sono scappati urlando. Poi è venuto verso di me. D'istinto gli ho mandato addosso la sedia che ho in cassa, urlando aiuto. La fortuna ha voluto che ci fosse mio marito che stava facendo la spesa: è corso in mio aiuto e il ragazzo è fuggito». 
 
Con il passare delle ore si sono chiariti i contorni concitati della tentata rapina avvenuta martedì sera, poco prima della chiusura, alla Coop di Morciola nel centro commerciale Le Cento Vetrine. Resta intatta, però, la gravità dell’episodio che solo per una serie di circostanze si è risolto nel migliore dei modi: minorenne fermato e nessun ferito. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, supportati anche dalla polizia. Il ragazzino è stato incastrato dopo aver cercato di cambiarsi la maglia, al volo, che aveva portato con sé. È stato seguito a vista da alcuni presenti e poi indicato ai militari. Ora è a disposizione dell’autorità giudiziaria. 


Il sindaco Palmiro Ucchielli si è recato in visita ieri mattina al supermercato per esprimere solidarietà e vicinanza ai dipendenti e al direttore. Con l’occasione il sindaco ha ringrazia l’Arma dei Carabinieri per essere prontamente intervenuta. Ucchielli ha ribadito che in diverse occasioni, di cui l’ultima all’inizio di questo mese, ha sollecitato il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese a rafforzare le forze dell’ordine, Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza, nel territorio del Comune di Vallefoglia. «Il territorio di Vallefoglia è molto appetibile alla criminalità organizzata e pur apprezzando l’enorme sforzo dell’Arma dei Carabinieri di Montecchio si è consci che le forze dell’ordine presenti sul territorio sono totalmente insufficienti - ha ricordato Ucchielli -. Al fine di contrastare i fenomeni criminosi ed ogni altra forma di illegalità ho provveduto a richiedere allo Stato di investire su tale area, caratterizzata da una costante crescita demografica ed economica, con la realizzazione di una nuova struttura logistica operativa per le Forze dell’Ordine ed un organico adeguato alla situazione attuale. Sono fiducioso che i miei appelli saranno accolti».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA