Brasiliana abusata e picchiata per ore ma l’uomo accusato non si trova più

Venerdì 20 Novembre 2020
Brasiliana abusata e picchiata per ore ma l’uomo accusato non si trova più

VALLEFOGLIA  - Trascinata per i capelli, spogliata con forza e stuprata. Si apre il processo davanti al collegio del tribunale di Pesaro ma dell’imputato non c’è traccia. Scattano le ricerche. Il caso è molto delicato e riguarda una brutta storia di violenza che si sarebbe consumata a Vallefoglia in un residence. Lui, un rumeno di 48 anni senza fissa dimora avrebbe abusato di una 28enne brasiliana.

LEGGI ANCHE:

Scuole, la Provincia invia al Miur elenco di interventi da finanziare con 5,3 milioni di euro

 

 

Una notte di inferno in cui lui l’avrebbe prima schiaffeggiata con forza in faccia, poi colpita con pugni in viso e in bocca fino a farla cadere. Poi l’avrebbe trascinata per i capelli e spogliata contro la sua volontà. Momenti interminabili seguiti al rifiuto di lei. Ma come una furia lui avrebbe continuato tanto che è imputato con l’accusa di violenza sessuale. Ma anche di lesioni personali aggravate perché quelle botte gli erano servite per vincere le resistenze della giovane donna. 

 


La donna era finita in pronto soccorso con ecchimosi, ferite, graffi e gonfiori alla mandibola e all’occhio, tanto da essere giudicata guaribile in 20 giorni. Le notifiche non sono andate a buoni fine quindi il collegio ha chiesto ulteriore tempo. In caso di condanna si potrebbe arrivare anche a un mandato di cattura internazionale. L’imputato è difeso dall’avvocato Sandro Sabatini del foro di Pesaro. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA