Stalking sulla ex, scatta l’arresto per un uomo di 44 anni: non aveva accettato la fine della relazione

Domenica 17 Ottobre 2021 di Eugenio Gulini
Stalking sulla ex, scatta l arresto per un uomo di 44 anni: non aveva accettato la fine della relazione

URBINO -  Un italiano di 44 anni, con precedenti specifici per violenza di genere, è stato arrestato per l’ennesimo episodio di stalking verso la sua ex compagna di 47 anni, anch’essa italiana. I due, domiciliati a Urbino, avevano provato anche a convivere, evidentemente con scarsi risultati. L’uomo è stato ritenuto responsabile di atti persecutori. 

 


La misura cautelare emessa dal Gip è quella degli arresti domiciliari per il 612 bis, che prescrive e delimita in maniera molto netta questo reato vessatorio contro la persona, che si manifesta in maniera ripetuta. Il Pm che ha proceduto è Simonetta Catani. Il reparto che ha operato all’arresto dell’uomo è il Nucleo Operativo Radiomobile dei Carabinieri della Stazione di Urbino diretti dal capitano Renato Puglisi. Dietro la denuncia della donna, in questo momento disoccupata, è partito il cosiddetto “codice rosso” per questo odioso reato spesso al centro delle cronache. Tra i due il motivo scatenante le minacce e le molestie è stato sicuramente la gelosia. Il provvedimento cautelare erompe dalla denuncia presentata tra settembre ed ottobre dalla donna. Una escalation. Nel mese di settembre il 44enne aveva intimidito con minacce anche gli amici di lei. Il 25 settembre la donna decideva di troncare definitivamente la relazione. L’uomo non accettava assolutamente questa decisione e, pressoché ogni sera, andava a cercare nei bar della città ducale la sua ex compagna per insultarla. 


Oltre ad inveire gli versava diverse volte in viso o sugli abiti quello che l’uomo stava bevendo o sorseggiando al momento. In diverse occasioni venivano attivate le forze dell’ordine alle quali veniva segnalato il problema. In altre occasioni, l’uomo si portava al domicilio della famiglia della donna intimidendo anche gli anziani genitori di lei con sedie e suppellettili. In una di queste ultime sere si è portato di nuovo, nella sua follia, nella stessa casa demolendo il portone d’ingresso con una spallata e perseguitando la ex compagna. 


Numerosi i messaggi e le chiamate telefoniche al cellulare in qualsiasi momento della giornata nonostante la ferma opposizione della donna fino che, quindi, lo denunciava. Anche nel territorio urbinate gli interventi delle forze di polizia per stalking sono ormai quotidiane ed in aumento. Fondamentale in questi casi rivolgersi ai centri antiviolenza per un supporto psicologico. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA