Il sindaco Gambini tira dritto: «Si chiude alle 2». Coprifuoco esteso in tutto il Comune

Il sindaco Gambini tira dritto: «Si chiude alle 2». Coprifuoco esteso in tutto il Comune
Il sindaco Gambini tira dritto: «Si chiude alle 2». Coprifuoco esteso in tutto il Comune
di Eugenio Gulini
4 Minuti di Lettura
Martedì 2 Novembre 2021, 10:11

URBINO - Pd e Viva Urbino sottolineano che le ordinanze di chiusura locali in Urbino potrebbero produrre o produrranno dei danni per il turismo perchè una città come Urbino che alle 2 di notte spegne tutto non è un bel segnale per i turisti. «A Urbino, da quando sono sindaco – risponde Maurizio Gambini – parlano i fatti contrariamente ad altre città. A me risulta che i turisti siano in costante crescita così come siano aumentate le iscrizioni universitarie. Evidentemente i gruppi di opposizione da lei elencati hanno una opinione diversa dalla mia». 

 
«Il problema del progressivo e grave degrado urbano provocato dagli effetti della cosiddetta “movida”, degli assembramenti incontrollati, della situazione di insicurezza nel nostro comune sarebbe meglio affrontarli» puntualizza Gambini. Ordinanza, dunque, necessaria? «Chiudere alle 2 i locali al centro della città. Non può esserci altra soluzione. Danni per il turismo? Tutt’altro. Le farò leggere le lettere che ricevo ogni giorno tra cui quelle di albergatori che sottolineano il disagio dei propri clienti che non riescono a dormire la notte. Le ordinanze di chiusura locali non incidono affatto sul turismo». 


Urbino è una città turistica, d’arte e universitaria. Spegnere i locali, ristoranti alle 2 di notte vuol dire di fatto obbligare i turisti andare a cenare fuori, da qualche altra parte perchè se tutto chiude alle due - anche se ovviamente non tutte le notti si fanno le 2 - chi viene in vacanza ha piacere di fare anche tardi. Ha piacere di vedere anche le bellezze di Urbino di notte e non trovare neppure un bar dove prendere qualcosa da bere è preoccupante. Tutto questo nel nome della sicurezza. Che cosa succede in Urbino, ci si accoltella per strada? E’ necessario arrivare a questo livello? «Ho fatto decine e decine di riunioni con Prefettura, forze dell’ordine, associazioni di categoria, gestori e associazioni sindacali. Domani (oggi, per chi legge ndr) ci sarà la riunione della Commissione “Comune sistema Università” assieme ad Erdis e studenti. Ripeto: le ordinanze sono necessarie, contrariamente non le avremmo fatte. Per la chiusura alle 2 ho anche una lettera condivisa dai gestori dei locali. Coloro che vogliono fare bilanci con le notti evidentemente ha sbagliato città. La gestione delle notti permettendo qualsiasi cosa non si può e fino a quando ci sarò io non si potrà nemmeno in futuro. Qua c’è l’abitudine di ascoltare i pochi che urlano ma i tantissimi che stanno in silenzio non li ascolta nessuno e non si può assolutamente permettere di pensare che ogni dipendente delle forze dell’ordine possa accollarsi il controllo di una persona ciascuno. Le regole vanno applicate. Mi è stato detto di tutto e di più: io tiro dritto per questa strada. Ricordate quello che è accaduto, nell’estate in una discoteca a Marotta? Questo dimostra che certi provvedimenti vanno presi perché arrivare troppo tardi è da irresponsabili».

Per onor di cronaca quanto accaduto a Marotta è avvenuto fuori dalla discoteca, esattamente come potrebbe accadere fuori dai locali chiusi anzitempo a Urbino: perché i giovani, di certo, non vanno poi a casa subito. Anzi.


La discoteca Enjoy sanzionata due volte… «Le sanzioni non potranno essere applicate perchè la discoteca, per pochi metri, non rientra nell’ordinanza di chiusura alle 01.30 ma provvederemo a modificare l’ordinanza prevedendo le chiusure in tutto il Comune di Urbino e verrà applicata questa regola e la discoteca Enjoy assolutamente rientrerà in questa restrizione. Tra l’altro mi risulta che giovedì scorso, con il parapiglia, causa coda esterna, qualcuno si è anche curato all’ospedale». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA