Urbino, sponsor fasulli e pagamenti
in nero: società di volley alla sbarra

Sponsor fasulli e pagamenti
in nero: società
di volley alla sbarra
di Eugenio Gulini
URBINO - Quattro anni dopo l’avvio dell’operazione “Watussi” (con cui le Fiamme Gialle scoprirono un sistema fraudolento tra società sportive e sponsor), continua il processo nei confronti di Giancarlo Sacchi, Enrica Sacchi e Carlo Carciani accusati di associazione a delinquere durante la gestione della squadra di pallavolo femminile “Robur Tiboni Urbino Volley” dal 2008 al 2012. Dalla Coppa Cev al Tribunale di Urbino passando, nel 2015, al termine della stagione in A2, alla punizione, da parte della Federazione Italiana Pallavolo, con 5 punti di penalizzazione e una multa di 7.000 euro. Secondo l’accusa la società si avvaleva di sponsorizzazioni fasulle, e rimborsate, pagando in nero.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Maggio 2019, 07:05 - Ultimo aggiornamento: 07:05