Giovane pusher arrestato con quasi un chilo e mezzo di cocaina, i soldi e una katana

Martedì 4 Maggio 2021
Urbino, giovane pusher arrestato con un chilo e mezzo di cocaina, i soldi e una katana

URBINO - Quasi un chilo e mezzo di cocaina, un migliaio di euro in contanti ed una katana da samurai: è il carico che è costato le manette ad un 22enne maceone incappato nei con trolli dei carabinieri di Urbino. Nella rete del Nucleo operativo Radiomobile della Compagnia di Urbino è rimasto coinvolto ed arrestato un artigiano di nazionalità macedone di 22 anni, incensurato e residente nel fanese. 

 

Tutto è nato, dunque, dal controllo effettuato dai Carabinieri a mezzogiorno mentre il giovane 22enne macedone stava guidando un autocarro in un orario ritenuto non consono alle attività legate all’edilizia. Ebbene i militari hanno sequestrato, al giovanissimo operaio edile, quasi 1.400 grammi di cocaina di altissima qualità, ancora non tagliata e pressata in blocchi, un migliaio di euro di vario taglio e suddiviso in mazzette, con ogni probabilità provento dello spaccio. La successiva perquisizione presso la sua abitazione portava al rinvenimento ed alla confisca di una “katana”. Il 22enne macedone è stato arrestato con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e segnalato per la detenzione illegale dell’arma bianca irregolarmente detenuta perchè mai denunciata all’autorità competente ed ora si trova rinchiuso nella Casa Circondariale di Pesaro. La droga, come detto, purissima era nascosta in una borsa a tracolla adagiata dietro al sedile dell’autista. Il pusher non aveva di certo creato un nascondiglio molto ben occulto per la coca. Un importante sequestro ad un grossista pressochè insospettato. La sostanza stupefacente sequestrata avrebbe di fatto fruttato sul mercato la somma di 100mila euro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA