Urbino, muore d'emorragia cerebrale
la famiglia decide di donare gli organi

Martedì 22 Agosto 2017
Urbino, muore d'emorragia cerebrale la famiglia decide di donare gli organi

URBINO - L’altra notte all’ospedale di Urbino è stato effettuato un prelievo di organi su una paziente che era deceduta per emorragia cerebrale. Si tratta dellla quarta donazione di organi dall’inizio dell’anno. La paziente, dell’età di 72 anni, risiedeva a Ca’ Gallo. Le procedure di accertamento della morte cerebrale sono iniziate la mattina del 21, con la nomina da parte della Direzione Medica Ospedaliera di un Collegio Medico composto da un rianimatore da un medico legale e da un neurologo. I familiari della deceduta, tenendo conto della generosità e dell’altruismo della loro congiunta dimostrato in vita, hanno dato il consenso alla donazione degli organi. «Le procedure di trapianto - scrive il coordinatore locale per il prelievo di organi e tessuti dell’Area Vasta 1, il dottor Paolo Brancaleoni - sono iniziate in tarda serata nel blocco operatorio dell’ospedale di Urbino e si sono concluse alle 3. Sono state effettuate dall’equipe del Centro Trapianti di Ancona e dal personale sanitario dell’ospedale di Urbino». Sono stati prelevati: il fegato, che è stato inviato all’ospedale di Udine ove è stato trapiantato immediatamente per un urgenza, e i reni che sono stati portati all’ospedale di Padova ove saranno trapiantati a due pazienti che in questo modo potranno uscire dalla dialisi. Le cornee sono state inviate alla banca degli Occhi di Fabriano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA