Urbino, intasca indennità senza fare
le visite: denunciato veterinario Asur

Intasca le indennità senza
fare le visite: denunciato
un veterinario dell'Asur
URBINO – Visite su animali vivi o esami autoptici su quelli morti. Tutto regolarmente registrato, ma mai davvero effettuato. La Polizia del  Commissariato di Urbino, al termine di una complessa indagine durata oltre un anno, condotta con la direzione della locale Autorità Giudiziaria, ha denunciato in stato di libertà un Veterinario Dirigente dell’Asur Marche Area Vasta 1, in servizio presso il Dipartimento di Prevenzione - Servizi Veterinari - Servizio di Sanità Animale Sede di Urbino. Le accuse, raccolte in oltre cento capi di imputazione, vanno dal delitto di truffa aggravata ai danni dell’Ente di appartenenza,  alla falsità ideologica in atti pubblici ed alla falsità materiale. In particolare le investigazioni, partite da una segnalazione dei vertici del su citato Dipartimento di Prevenzione e che hanno comportato l’audizione di oltre 60 allevatori di bovini del Montefeltro, hanno permesso di ricostruire circa un anno e mezzo di condotte lavorative del pubblico ufficiale, sospettato di attestare interventi a seguito del ferimento o della morte di animali, sia presso allevamenti che sulla pubblica via, in realtà mai effettuati ma comunque intascando le relative indennità
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 18 Novembre 2017, 17:25 - Ultimo aggiornamento: 18-11-2017 17:25

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO