Coppia adulta rimasta senza lavoro sbarcava il lunario con coca ed erba

Domenica 7 Febbraio 2021 di Eugenio Gulini
Coppia adulta rimasta senza lavoro sbarcava il lunario con coca ed erba

URBINO - N​egli slip nascondeva 30 grammi di eroina del valore di mercato di circa 1000 euro. Sono stati gli uomini del Nucleo Operativo di Urbino coordinati dal Capitano Renato Puglisi ad arrestare un 41enne romagnolo che con un furgone si stava dirigendo verso la città ducale. L’uomo è incensurato e disoccupato.

 

Il personale dei carabinieri è entrato in azione attorno alle 19.00 di venerdì scorso proprio ai confini tra Marche e Romagna durante gli ordinari controlli informativi e investigativi del territorio che, peraltro, in questo periodo di pandemia sono stati incrementati per motivi di sicurezza sanitaria. Gli uomini dell’Arma si sono insospettiti alla vista di quest’uomo caratterizzato da un fare piuttosto inconsueto e nervoso. E poi perchè un romagnolo si stava portando verso Urbino quando non è possibile spostarsi in un’altra regione se non per motivi di lavoro e assoluta necessità?

Ebbene il 41enne è stato invitato, per un’ispezione personale presso la Caserma del Comando Carabinieri di Urbino. Con ogni probabilità al personale dei Carabinieri non sfuggiva il persistente aggiustamento dei pantaloni; all’interno della Caserma lo hanno fatto spogliare e all’interno degli slip è stato rinvenuto l’involucro, come rimarcavamo, con 30 grammi di eroina, una delle droghe più funeste in circolazione.

Ricordiamo che qualche mese fa, all’interno di un bagno in servizio presso il centro commerciale di “Santa Lucia” è rinvenuto morto per overdose un durantino ultracinquantenne, padre di famiglia. Dal controllo all’arresto con l’ipotesi accusatoria di spaccio e la prosecuzione delle indagini tuttora in corso per capire sia dove si fosse rifornito il romagnolo, sia a chi era destinata l’eroina. Gli investigatori sono convinti che il trasferimento del 41enne romagnolo sia stato dettato dal proposito di cedere la dannosa droga, ora sequestrata dalla “benemerita”, a qualche acquirente urbinate. Dopo la direttissima alla Procura competente di Rimini, l’uomo è stato trasferito agli arresti domiciliari.

Ultimo aggiornamento: 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA