Urbania, paralisi Unione montana
Sfiduciata la presidente Pierantoni

Martedì 17 Ottobre 2017
Il tavolo dell'Unione Montana l'altra sera

URBANIA - Sfiduciata la presidente dell'Unione Montana Romina Pierantoni. I 7 amministratori che componevano l’Unione Montana dell’Alta Valle del Metauro sono, da ieri, isolati. Daniele Tagliolini di Peglio, Marco Ciccolini di Urbania ed Emanuele Feduzi di Fermignano («ci siamo assunti la responsabilità ma il malumore era di tutti i colleghi») con il sindaco di Mercatello sul Metauro, Fernanda Sacchi, votano la revoca del presidente dell’Unione, Romina Pierantoni, la quale, nelle vesti di primo cittadino di Borgo Pace, come logica vuole, si astiene così come Giannalberto Luzi di Sant’Angelo in Vado «una serata disgraziata. Chiedo a Romina Pierantoni un bagno di umiltà e rinunciare al mandato». Ancora: «Per il rispetto dei miei cittadini – è stata la replica della presidente - io non faccio un passo indietro. Ho la mia dignità e preferisco che si voti la sfiducia». Unico contrario Maurizio Gambini. Servizio completo sul Corriere Adriatico in edicola
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA