Vuole gettarsi sotto il treno e poi in un fosso d'acqua. Trattenuto e salvato dal 112

Domenica 1 Marzo 2020
E' intervenuta la pattuglia del radiomobile dei carabinieri

PESARO - Un giovane di Pesaro è stato salvato la notte scorsa dai carabinieri da un tentativo di suicidio. Un equipaggio del radiomobile è intervenuto nel quartiere Vismara perché un ventenne del luogo, mentre era con il suo gruppo di amici, è stato improvvisamente preso da un forte stato di alterazione psicofisica dicendo di volerla fare finita gettandosi sotto il treno. La lina ferroviaria passa lì vicino. Sono stati i suoi amici, che non riuscendo prima a convincerlo a calmarsi e poi a bloccarlo, a chiamare il numero di pronto intervento 112.

LEGGI ANCHE: Coronavirus. Sono 24 i contagiati marchigiani, ma ora c'è anche un anconetano. Scuole e spettacoli, la decisione slitta

I carabinieri sono in tervenuti tempestivamente ma alla loro vista il giovane è scappato. Rincorso è stato afferrato proprio mentre cercava di lanciarsi un fosso pieno d'acqua. Il giovane è stata convinto dai carabinieri a desistere dal suo proposito.

LEGGI ANCHE: Controlli a tappeto dei carabinieri: multe per 11mila euro, tagliati 100 punti alle patenti. In due pizzicati con la droga in tasca

Nel frattempo l’operatore della centrale operativa ha avvertito i compartimenti ferroviari competenti per la tratta pesarese affinchè i treni procedessero con le dovute cautele fino al cessato allarme. Sul poto è intervenuta un'ambulanza del 118, il cui equipaggio, dopo i primi accertamenti, ha deciso di dare inizio alle procedure di accertamento sanitario obbligatorio a cui ha collaborato il personale della polizia Locale. Il giovane è stato quindi affidato alle cure dei medici dell’ospedale cittadio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA