Gli ritirano la patente, tenta di dar fuoco all'ufficio della polizia locale: arrestato

Gli ritirano la patente, tenta di dar fuoco all'ufficio della polizia locale: arrestato l'autore
Gli ritirano la patente, tenta di dar fuoco all'ufficio della polizia locale: arrestato l'autore
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 11:13 - Ultimo aggiornamento: 16:01

CARTOCETO - Fermato ubriaco alla guida, i vigili urbani gli ritirano la patente e lui per vendicarsi tenta di dar fuoco all'ufficio della Polizia locale di Cartoceto. L'uomo, grazie all'impianto di video sorveglianza, è stato individuato e arrestato. Lo scellerato gesto si è consumato alle 18 di venerdì scorso, quando un uomo di mezz’età, con un innesco rudimentale, ha tentato di incendiare la sede della Polizia Locale di Cartoceto, prendendo di mira la porta secondaria dell'ufficio.

Tenta di incendiare il comando della Polizia locale, arrestato

Tempestivo l’intervento del comandante Luca Renzi che, scongiurando il peggio, ha prontamente provveduto a spegnere il fuoco, evitando che le fiamme si alimentassero, investendo il materiale presente e divampando all’interno dell’edificio. Grazie all’impianto di video sorveglianza installato e alla collaborazione dei Carabinieri di Colli al Metauro è stato possibile identificare l’uomo già noto alle forze dell’ordine, rintracciarlo presso la propria abitazione e metterlo a disposizione delle autorità giudiziarie. Il responsabile, dapprima denunciato a piede libero, è stato tratto in arresto nella giornata di ieri.

L'uomo si voleva vendicare del ritiro della patente

Il comportamento criminoso pare essere una conseguenza di quanto accaduto nella mattinata quando l’uomo era stato fermato e sanzionato per guida in stato d’ebrezza. «Durante il consueto servizio di controllo del territorio – racconta il Comandante Renzi – una nostra pattuglia ha fermato un veicolo che procedeva sulla strada con una guida non regolare. Il conducente, un uomo residente sul territorio comunale, è risultato avere un tasso alcolemico superiore a 1 g/l, cosa che ci ha indotti ad avviare l’iter sanzionatorio previsto».

Nel pomeriggio la ritorsione e l’incendio. All’odore di bruciato e al fumo che lentamente si è insinuato negli uffici, il pronto intervento del Comandante che in quel momento lavorava internamente alla sede.

Il sindaco di Cartoceto Enrico Rossi ha espresso il proprio ringraziamento alla Polizia locale e al Comandante Luca Renzi «Fondamentale, anche in questa occasione, il ruolo svolto a presidio della sicurezza del nostro territorio dalle forze di polizia locale. Un lavoro preventivo che, come in questo caso, ha consentito di eliminare un pericolo per la circolazione stradale e per l’incolumità delle persone, e tempestivo nella risposta al conseguente atto incendiario criminoso. Un risultato – puntualizza il primo cittadino - frutto anche della strumentazione di videosorveglianza su cui stiamo via via investendo nel tempo e che ha consentito di individuare il responsabile e consegnarlo alle autorità giudiziarie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA