Marotta, dopo la morte della moglie vuole suicidarsi gettandosi sotto al treno: i carabinieri al telefono lo convincono a tornare a casa

Marotta, dopo la morte della moglie vuole suicidarsi gettandosi sotto al treno: i carabinieri al telefono lo convincono a tornare a casa
Marotta, dopo la morte della moglie vuole suicidarsi gettandosi sotto al treno: i carabinieri al telefono lo convincono a tornare a casa
2 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Agosto 2022, 11:26 - Ultimo aggiornamento: 11:28

FANO - Anziano vuole suicidarsi sotto ad un treno, l’operatore della Centrale Operativa dei Carabinieri di Fano lo fa desistere. Erano le 17 circa di ieri, quando una donna, tramite il 112, comunicava alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Fano che l’anziano padre, vedovo da circa un anno, l’aveva poco prima contattata riferendogli di volerla fare finita gettandosi sotto un treno.

In contatto costante

L’operatore in turno della Centrale Operativa è riuscito a mettersi in contatto telefonico con l’anziano, in quel momento a bordo della sua auto nei pressi della Stazione ferroviaria di Marotta. L’operatore, dunque, rimanendo in costante contatto con l’uomo, è riuscito ad accertare il modello del veicolo e a comunicarlo tempestivamente alle pattuglie sul territorio, in particolare a quella della Stazione di Marotta.

Il conforto e il ritorno dalla figlia

Durante la lunga conversazione, il Carabiniere addetto alla Centrale Operativa ha rassicurato l’anziano uomo rivolgendogli parole di conforto, così riuscendo a convincerlo a dirigersi verso casa sua, dove erano già presenti altri Carabinieri e dove i suoi familiari lo attendevano con ansia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA