Scambio di cocaina in macchina, scatta l’arresto davanti al traffico. Nei guai un cameriere di Pesaro

Scambio di cocaina in macchina, scatta l arresto davanti al traffico. Nei guai un cameriere di Pesaro. Foto generica
Scambio di cocaina in macchina, scatta l’arresto davanti al traffico. Nei guai un cameriere di Pesaro. Foto generica
di Luigi Benelli
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Novembre 2023, 02:25 - Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 10:02

PESARO Scambio di droga in macchina, scatta l’arresto. Ieri l’udienza di convalida per un arresto avvenuto sabato scorso ad opera della squadra mobile. I poliziotti stanno infatti notando un consumo costante di cocaina nei fine settimana, così hanno acceso un faro su un 50enne pesarese, cameriere, già condannato in passato per reati collegati allo spaccio di sostanze stupefacenti. 

 


Visto a Pantano


Gli agenti della mobile lo hanno visto nei pressi di una pasticceria nel quartiere di Pantano, fermo nell’auto. Lo hanno tenuto d’occhio e subito dopo è arrivato un uomo di qualche anno più grande che è salito nella vettura. Un incontro durato pochi istanti, ma per i poliziotti ci sarebbe stato il passaggio droga/denaro, così sono intervenuti. Hanno bloccato il 50enne che stava ripartendo a bordo del mezzo e l’altro che si stava allontanando. Quest’ultimo è stato trovato in possesso di due dosi di cocaina, per circa 2,6 grammi.

Dall’altra parte, a bordo dell’auto, l’uomo aveva con se quattro dosi: due da un grammo e due da 5 grammi per un totale di 12 grammi. Oltre a 560 euro in contanti. Per gli inquirenti si tratta di droga destinata al mercato pesarese e soldi provento di spaccio.

L’intervento ha portato all’arresto dell’uomo e l’operazione è stata vista da numerosi pesaresi che stavano passando in zona con l’auto. Fra l’altro proprio in quel momento la coincidenza meteo ha voluto che stesse nevischiando con piccoli fiocchi che cadevano al suolo.


La perquisizione


La perquisizione è proseguita a casa del 50enne dove gli agenti della Mobile hanno trovato tutto il materiale necessario per il confezionamento e un bilancino di precisione. C’erano anche 40 grammi di cocaina nascosti in un astuccio all’interno di un cassetto e 1200 euro in contanti ritenuti provento di spaccio. Arrestato in flagranza di reato, ieri è stato portato davanti al giudice che ha convalidato l’arresto e disposto la misura della custodia cautelare in carcere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA