Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Qualità democratica, il sindaco Seri sollecita il giudizio dei fanesi su partecipazione, efficacia e coerenza dei provvedimenti

Qualità democratica, il sindaco Seri sollecita il giudizio dei fanesi su partecipazione, efficacia e coerenza dei provvedimenti
Qualità democratica, il sindaco Seri sollecita il giudizio dei fanesi su partecipazione, efficacia e coerenza dei provvedimenti
di Osvaldo Scatassi
3 Minuti di Lettura
Domenica 14 Agosto 2022, 06:55 - Ultimo aggiornamento: 10:38

FANO - L’amministrazione comunale fanese si mette alla prova, consultando i cittadini sulla qualità del suo operato. Lo fa aderendo a un progetto europeo, Eloge il suo nome abbreviato, che punta a valutare il rispetto della Carta europea dell’autonomia locale e dei relativi impegni in funzione di migliori politiche pubbliche: scelte condivise, pertanto basate sulla partecipazione attiva, rafforzamento del rapporto fiduciario verso le istituzioni e altro ancora.

La promozione di Cucchiarini

Sui social, diffusa dall’assessora Sara Cucchiarini, sta già circolando la richiesta di compilare un questionario online anonimo, che è appunto lo strumento adottato per appurare a quale livello sia «l’attuazione dei principi amministrativi europei». Accompagna la richiesta una lettera firmata dal sindaco di Fano, Massimo Seri, con cui si spiega che l’amministrazione comunale ha aderito nella scorsa primavera al programma Eloge, che assegna agli enti locali un Marchio europeo di eccellenza nella governance. «Un programma – spiega Seri – che è promosso dal Consiglio Comuni e Regioni d’Europa, per l’Italia presieduto dal presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e attuato nel nostro Paese dall’associazione Aiccre, di cui sono presidente regionale».

Si tratta in definitiva di un programma che misura la qualità democratica delle amministrazioni, rilevabile dall’incentivo a una maggiore partecipazione verso le scelte sulla cosa pubblica, dalla migliore efficacia e tempestività dei provvedimenti, oltre che dalla loro maggiore coerenza intrinseca e dalla facilità di comprensione. A ogni Comune meritevole è attribuito, come premio, un dodecaedro di cristallo, che su ognuna delle sue dodici facce ha incisi altrettanti principi europei della buona amministrazione democratica.

Il riconoscimento

L’attribuzione del riconoscimento avviene, spiega il sindaco di Fano, «dopo un’attenta e scrupolosa analisi dei dati», raccolti attraverso il questionario «da una piattaforma nazionale di valutazione appositamente composta». Il marchio di eccellenza sarà poi valido per un anno. «Lungi dall’essere la fine di un processo – spiega il sito del programma europeo – Eloge è soprattutto uno strumento al servizio dei Comuni, perché possano comprendere i propri punti di forza o di debolezza e avviare azioni che permettano di affrontarle nel modo più efficiente ed efficace».

La lettera del sindaco Seri si conclude ribadendo che «le risposte al questionario sono anonime e i dati saranno analizzati in forma aggregata». Richiesta «a tutti i cittadini e a tutte le cittadine la massima collaborazione» e la compilazione del questionario online, «gesto di fondamentale importanza per garantire il successo del programma Eloge Italia riguardo al nostro Comune». Tra gli obiettivi dell’iniziativa, inoltre, la diffusione di Eloge nel nostro Paese e lo scambio di buone pratiche a livello locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA