Si smarriscono sul Catria, due giovani escursionisti ritrovati nel buio infreddoliti

I due giovani tratti in salvo con i soccorritori
I due giovani tratti in salvo con i soccorritori
di Marco Spadola
2 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Gennaio 2021, 08:35

FRONTONE - Perdere l’orientamento in montagna e ritrovarsi con lo smartphone scarico. E’ successo ieri a due giovani escursionisti, un ragazzo di Fano ed una ragazza di Jesi, di 27 e 28 anni, nel comprensorio del monte Catria.

Una piacevole escursione nella splendida cornice del monte più alto della provincia, colorato di bianco per la tanta neve caduta nell’ultimo periodo, si è trasformata all’improvviso in una disavventura, conclusasi in serata fortunatamente nel migliore dei modi.

 

Seppur non geolocalizzabili, i due ragazzi avevano con loro un vecchio cellulare con il quale hanno potuto chiamare per chiedere aiuto. L’allarme intorno alle 16.50 con una telefonata ai vigili del fuoco. I due, probabilmente piuttosto stanchi per l’escursione, si sono ritrovati in un punto del monte Catria dove la neve in questi giorni ha raggiunto anche due metri di altezza.

Pronto l’intervento dei vigili del fuoco di Pesaro e Cagli, con ben dieci uomini e cinque mezzi, dei carabinieri e del soccorso alpino con tre persone. Per la neve nel pomeriggio è caduta, il buio e le indicazioni sommarie non sono state semplici le ricerche, durate circa tre ore. Si sarebbero persi non lontano da Fonte Avellana, tra la Vernosa e la Madonnina degli scout. Intorno alle 20 sono stati ritrovati dai soccorritori in località Infilatoio, mentre stavano scendendo infreddoliti ma in buone condizioni di salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA