Domande al via per lo sconto del 50% della Tari. C'è un fondo di 300mila euro

Giovedì 8 Luglio 2021 di Thomas Delbianco
Il Municipio di Pesaro

PESARO - Al via le domande per il fondo anticrisi Tari 2021. Da ieri le famiglie con Isee inferiore ai 12-16mila euro, potranno presentare la richiesta per ricevere agevolazioni per il pagamento della tassa sui rifiuti. «Si tratta – spiegano il sindaco Matteo Ricci e gli assessori al Bilancio Riccardo Pozzi e alla Solidarietà Sara Mengucci – di un aiuto che il Comune di Pesaro mette a disposizione di coloro che sono stati maggiormente colpiti dalla crisi socio-economica causata dalla pandemia.

 

Un impegno concreto di 300mila euro, al fine di sostenere i nuclei più numerosi e in difficoltà economica». Un’operazione condivisa con Cgil, Cisl e Uil, che rafforza il protocollo siglato da amministrazioni e sindacati a difesa delle fasce di cittadini più deboli, alla luce dei nuovi bisogni emersi a causa del Covid-19.

Utenze domestiche
Le famiglie numerose ed in difficoltà economica potranno richiedere una riduzione del 50% della Tari 2021 . Sarà possibile inviare la domanda, con allegato Isee (corrente o ordinario), da ieri alle 12 del prossimo 22 luglio, secondo le seguenti modalità: - al protocollo generale dell’ente in una delle seguenti modalità trasmesso via pec all’indirizzo comune.pesaro@emarche.it, oppure via mail all’indirizzo protocollo@comune.pesaro.pu.it unitamente a copia scansionata di documento di identità; spedita con raccomandata con avviso di ricevuta al Comune di Pesaro Piazza del Popolo, n. 1; consegnato allo sportello Informa&Servizi, esclusivamente su appuntamento da prenotare tramite: tel. 0721 387400, e-mail a urp@comune.pesaro.pu.it, messaggio sms / WhatsApp / Telegram / Skype al numero 3336180142. 

Le modalità
La domanda deve essere obbligatoriamente formulata dal soggetto del nucleo familiare che è intestatario dell’utenza Tari. Chi può fare richiesta: possono presentare domanda i nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti: titolare di un’utenza Tari domestica residente nel comune di Pesaro; avere un valore Isee calcolato ai sensi del Dpcm159/2013, non superiore a 12.000 euro (Isee ordinario o Isee corrente); per i nuclei familiari composti da 5 o più componenti il valore Isee calcolato ai sensi del Dpcm 159/2013, è aumentato a 16.000 euro  (Isee ordinario o Isee corrente); essere in regola, al momento della presentazione della domanda, con i versamenti della tassa rifiuti al 31 dicembre 2019.

Il Comune di Pesaro in qualsiasi momento, anche successivamente al riconoscimento del beneficio, effettuerà i controlli, anche a campione, per verificare i requisiti generali previsti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA