Hashish e marijuana in casa, piante di un metro mezzo nel giardino sul retro: arrestato operaio 24enne

Mercoledì 10 Novembre 2021 di Eugenio Gulini
Hashish e marijuana in casa, piante di un metro mezzo nel giardino sul retro: arrestato operaio 24enne

SASSOCORVARO - Arrestato con provvedimento che dispone i domiciliari, a metà mattinata di ieri, praticamente in flagranza di reato, un giovane operaio, incensurato e del tutto insospettabile, di 24 anni, residente in una casa rurale del territorio in questione per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. In pratica, oltre che essere dipendente di una ditta della zona, il 24enne arrotondava con il mestiere di “coltivatore diretto” di canapa, di marijuana e hashish.

 

Il pedinamento 

Il personale della Benemerita ha puntato sull’attività informativa/investigativa con i binocoli orientati su un terreno dove fertilità e clima sono i migliori amici delle coltivazioni, anche, come dicevamo, della canapa indiana. L’intuizione dei Carabinieri, l’osservazione meticolosa ed anche il pedinamento ha portato al giovane, notato aggirarsi sul casolare con atteggiamenti sospetti. Quando si è deciso di intervenire il 24enne è stato letteralmente colto con le mani nella cosiddetta “stupefacente” marmellata. Infatti la perquisizione ed il controllo a domicilio hanno portato alla luce 52 grammi di hashish, mezzo chilo di marijuana, un bilancino, materiale atto al confezionamento e più di 10 piante di canapa coltivate sul retro della abitazione ed anche all’interno alte sul metro e mezzo. Tutto meno che giustificarsi con “l’uso personale”. Chiaramente l’attività è finalizzata allo spaccio. 

Il pollice verde

Trovata anche polvere di marijuana che, a seguito della lavorazione, diventa hashish di diversa tipologia di gusti che il 24enne coltivatore green si creava come fosse un prodotto di alta pasticceria. Ora la sua inventiva ed il suo estro dovrà raccontarli al giudice. I Carabinieri delle stazioni di Piandimeleto e Sassocorvaro sono sempre impegnati in serrate attività antidroga sempre molto positive nelle risoluzioni finali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA