Si schianta contro un'auto e gli vola via il casco: grave un ragazzino di 14 anni

Mercoledì 6 Ottobre 2021 di Luca Senesi
Si schianta contro un'auto e gli vola via il casco: grave un ragazzino di 14 anni

SANT’ANGELO IN VADO - Il colpo è stato talmente forte che gli è volato via il casco prima di rovinare a terra. Traffico congestionato ieri pomeriggio all’ingresso di Sant’Angelo in Vado lungo la Strada SS73 bis a causa di un brutto incidente che ha visto coinvolto un 14enne rimasto seriamente ferito dopo lo scontro tra il motorino sul quale viaggiava e un’autovettura.

Pd, è arrivata la sveglia dei big: «Il partito regionale non c’è più». Morani: «A San Benedetto e Castelfidardo risultati deludenti»

 

L’episodio si è verificato a metà pomeriggio intorno alle 17.15. La dinamica dei fatti non è chiara (sembra dai primi accertamenti che si tratti di un tamponamento) ma un 14enne residente a Mercatello sul Metauro, a bordo di uno scooter, ha impattato violentemente contro un’autovettura, una Panda condotta da una signora di Sant’Angelo in Vado, nei pressi di una curva all’altezza proprio dell’uscita dal paese, in direzione Urbania, e poco distante da un’autofficina. Le condizioni del giovane sono apparse subito serie tanto che il personale del 118 intervenuto ha poi richiesto l’intervento dell’eliambulanza. Il ragazzino è stato subito soccorso dal meccanico della vicina officina, dal personale del B&B chi si trova poco distante e da alcuni residenti.

Ambulanza da Urbania

Dopo i primi accertamenti effettuati sul posto dal personale dell’ambulanza proveniente da Urbania, il giovane è stato caricato su Icaro atterrato poco distante e preparato per il volo verso l’ospedale di Torrette di Ancona dove è arrivato in codice rosso. Il 14enne era comunque vigile ed è stato lui stesso a fornire il numero di telefono della madre agli operatori. Intanto subito dopo l’incidente e durante le operazioni di soccorso il traffico e la viabilità lungo la strada hanno subito forti rallentamenti e si sono create delle code. Come se non bastasse proprio questi rallentamenti sono stati la causa di un secondo incidente, un tamponamento tra due vetture avvenuto proprio lungo la coda creatasi probabilmente per un attimo di distrazione di in automobilista. A parte il danno ai mezzi comunque in questo secondo sinistro non ci sono state conseguenze per chi era in auto. Si è però ulteriormente complicato il già difficile lavoro degli agenti della Polizia locale dell’Alta Val Metauro intervenuti sul posto. 

Il secondo sinistro
Sono state due le pattuglie necessarie e quattro poliziotti in tutto. Mentre alcuni erano impegnati con i rilievi dei due sinistri e il sequestro dei mezzi, altri hanno dovuto gestire il traffico ulteriormente congestionato anche dal secondo tamponamento per far defluire le auto lungo gli spazi rimasti liberi. La situazione è tornata alla normalità solo nel tardo pomeriggio.

 

Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre, 08:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA