Folla per l’addio del gigante buono. Sanzio Spezi era stato trovato morto in casa. Il feretro scortato dai colleghi in alta uniforme

Lunedì 3 Gennaio 2022 di Eugenio Gulini
Folla per l addio del gigante buono. Sanzio Spezi era stato trovato morto in casa. Il feretro scortato dai colleghi in alta uniforme

SANT’ANGELO IN VADO -  «Il gigante buono». Così il comandante della polizia municipale comunitaria del Medio e Alto Metauro, Davide Felici, ha definito Sanzio Spezi, il vigile urbano trovato morto in casa propria, ubicata nella locale e conosciutissima piazza Mar del Plata, il 31 dicembre scorso, dal fratello e di cui, ieri, si sono svolti i funerali nella chiesa di San Francesco. Lo splendido luogo di culto, pur con le limitazioni imposte dal Covid 19, era colmo di gente. 

 


Parenti, amici, amministratori comunali, cittadini, semplici conoscenti. La salma è stata accompagnata nella basilica dai colleghi di Sanzio, tutti in alta uniforme. Hanno scortato il carro funebre negli ultimi chilometri di strada sino alla parrocchiale e successivamente verso il cimitero vadese. Tutti i primi cittadini dell’Unione Alta Valle del Metauro sono stati di nuovo concordi nel rimarcare la dedizione particolare di Sanzio al proprio lavoro. 


«Hai vissuto la tua vita con responsabilità e con attaccamento al dovere – hanno aggiunto nel saluto di commiato – Hai posto la tua vita al servizio dell’altro ed hai sempre esercitato la tua funzione con altruismo, compostezza, e affinità verso il prossimo. Neppure nei momenti difficili hai mancato di regalare il tuo sorriso, la tua bonaria ironia, il tuo sarcasmo inimitabile a tutti: colleghi, amministratori e persone che nemmeno conoscevi o avevi appena sfiorato con lo sguardo». Sanzio Spezi è stato sepolto, dopo il suo ultimo viaggio, nel camposanto locale. «Ti sia lieve la terra», lo hanno salutato amici e colleghi. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA