Saggio finale con l’esame del corso musicale superato da 15 allievi

Saggio finale con l esame del corso musicale superato da 15 allievi
Saggio finale con l’esame del corso musicale superato da 15 allievi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 08:00

SAN LORENZO IN CAMPO -  Il centro laurentino si conferma sempre più ‘Paese della musica’, progetto-brand ideato dall’amministrazione comunale per valorizzare e promuovere le enormi potenzialità locali in campo musicale. Dopo i premi ottenuti nelle scorse settimane dalla scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale alla 19esima edizione del concorso internazionale per giovani musicisti ‘L. Zanuccoli’, si è tenuto l’esame ed il saggio finale d’insieme del corso d’orientamento musicale ad indirizzo bandistico. Ben 15 i partecipanti.

A condurlo i maestri Marilena Gabbianelli e Paolo Zingaretti. I ragazzi hanno dimostrato l’ottima preparazione ricevuta, superando tutti l’esame. «Una bella realtà per la nostra comunità – spiega soddisfatto il sindaco Davide Dellonti - un corso che da circa 40 anni funziona molto bene ed ha sempre un buon numero di ragazzi che si avvicinano alla musica e poi hanno come proseguimento ed integrazione del percorso didattico-formativo la scuola media ad indirizzo musicale, e finalmente dal 2018 anche una banda del nostro comune, quella del ‘gruppo musicale Mario Tiberini’, tanto che al saggio finale è voluto essere presente anche il presidente Antonio Barbadoro».

In commissione d’esame, oltre al sindaco come rappresentante comunale, il maestro Samuele Faini, docente di fiati alla scuola media ad indirizzo musicale e direttore della banda. «Il corso è di grande importanza per una comunità votata alla musica come la nostra: pone le basi imprescindibili dell’apprendimento musicale e crea sin da tenerissima età dei musicisti di strumento davvero preparati. Un corso su cui il Comune continuerà ad investire importanti risorse proprie di bilancio, perché crediamo fortemente nel valore educativo e formativo della musica. Un ringraziamento particolare va ai maestri e ai genitori dei ragazzi, che li seguono costantemente nel perseguire le attitudini personali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA