Piazza del Popolo a Pesaro, ritorno al futuro: lavori finiti, effetti speciali per la presentazione

Piazza del Popolo a Pesaro, ritorno al futuro: lavori finiti, effetti speciali per la presentazione
Piazza del Popolo a Pesaro, ritorno al futuro: lavori finiti, effetti speciali per la presentazione
di Letizia Francesconi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Novembre 2022, 02:20 - Ultimo aggiornamento: 10:16

PESARO Inaugurazione e taglio del nastro ad effetti speciali per Piazza del Popolo. Il drone immortala dall’alto la scritta luminescente sulla nuova pavimentazione “Pesaro Capitale 2024”. Restituito ai pesaresi il salotto buono. Il countdown della giunta riunita per l’occasione speciale, le luci che si spengono e le proiezioni luminose sono proiettate sulla fontana, sulle lastre bianche e sul pavimento rimesso a nuovo e tirato a lucido. «Inaugurazione in tempi record, battuto il cronoprogramma - esordisce l’assessore al Fare Riccardo Pozzi- e l’ultimo piccolo tratto che resta, verrà completato dopo le festività».


La cerimonia


«Ecco qualche numero sulla rinnovata piazza: 10 settimane di lavori, 4 mila metri quadri di superficie - rilancia - 600mila euro di spesa. Settimane in cui è successo veramente un po’ di tutto, ma sempre superato grazie a un gruppo di lavoro coeso: le indagini del georadar, il rinvenimento di resti della vecchia Pesaro romana e medievale a cantiere avviato, e poi gli scheletri, che hanno acceso la curiosità e la passione di pesaresi che si sono scoperti un po’ archeologici, tuttora oggetto di studio da parte della Soprintendenza». Un cantiere che ha funzionato fin dalle prime settimane, tengono a sottolineare Pozzi e il sindaco Ricci, grazie a un’impresa Mariotti Costruzioni di Ancona che ha lavorato in stretta collaborazione con la direzione dei Lavori pubblici, permettendo di accelerare, lavorando il sabato e le domeniche anche quando le condizioni meteo non erano ottimali. Ringraziati anche l’architetto Maurizio Severini (direzione lavori), l’ingegnere Ugo Baiocchi (responsabile del procedimento), i collaboratori del servizio Opere pubbliche del Comune. Gli effetti speciali non sono stati effetti a caso. Le linee luminose che passano sul perimetro rinnovato della “ragnatela” (una battaglia vinta dal Comitato attento alla salvaguardia dell’arte) fanno luce sui nuovi sanpietrini e su ogni angolo che separa il camminamento dai palazzi storici.

Pesaro Capitale Italiana

«Da questa piazza parte il vero countdown che ci porterà verso Pesaro Capitale Italiana- rimarca il sindaco- da qui passeranno i principali eventi, nel nuovo salotto rinnovato ma rispettoso della storia della città, pronto per ospitare l’arrivo del grande albero e dare avvio al Natale pesarese». Il lavoro continua. «Va ricordato che da cronoprogramma iniziale anche la porzione di piazza del Popolo che guarda verso il palazzo comunale , era prevista a gennaio ed invece abbiamo battuto i tempi, grazie all’impegno dell’impresa. Resta fuori solo un tratto laterale all’angolo con via San Francesco, di fronte l’istituto di credito Montepaschi e verrà realizzato entro gennaio, dal momento che serve anche un intervento ai sottoservizi di Marche Multiservizi, tutto per alcune settimane di lavori. Nel frattempo stiamo pensando con la Soprintendenza ad organizzare un convegno pubblico per dare contezza dei ritrovamenti emersi dal sottosuolo. I resti, frammenti e tutto il materiale repertato è ora custodito nei loro archivi. È in corso uno studio sulla Pesaro archeologica che c’è ancora quasi intatta sotto le fondamenta della piazza».E al via da gennaio un altro cantiere del centro storico l’asse via Curiel e via Passeri. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA