Piagge riscopre la "Tomba segreta"
dopo i lunghi lavori di restauro

Piagge riscopre
la sua "tomba segreta"
dopo i lavori di restauro
PIAGGE - Il giorno più atteso si avvicina tra curiosità e suggestione. E qualche venatura di mistero. Per il restauro conservativo dell’ipogeo di Piagge, la “Tomba segreta” come è conosciuta, che viene inaugurato domani alle 18, è stato necessario un investimento di 150 mila euro. «Quando si parla di ipogeo - spiegano gli addetti ai lavori - dobbiamo intendere una costruzione sotterranea di interesse storico e antropologico, realizzata interamente dall’uomo o come riadattamento di cavità naturali. Ci troviamo di fronte a quella che viene definita speleologia urbana». A Piagge la denominazione comune è quella di tomba segreta. Forse perché si trova ai piedi del castello. «Scendendo una rampa di gradini scavati nel tufo - recita la mappa tradizionale - appartenuti probabilmente all’antico ingresso delle mura del castello, si accede a un originale ambiente sotterraneo, una sorta di tomba, o grotta eremitica o luogo di rifugio. La pianta rigorosamente simmetrica, le decorazioni geometriche in rilievo sulle volte e le pareti fanno pensare a un possibile luogo di iniziazione a ordini cavallereschi o di rituali esoterici. È un luogo di grande interesse e studio». C’è anche chi parla di «unicità di questa grotta con simbologie precristiane». La conferma che il fascino non manca proprio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 1 Settembre 2016, 10:42 - Ultimo aggiornamento: 01-09-2016 10:42

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO