Pesaro, prigionieri nella via chiusa
del semaforo rosso da sei giorni

Mercoledì 21 Febbraio 2018
Pesaro, prigionieri nella via chiusa del semaforo rosso da sei giorni

PESARO - Da zero semafori al semaforo perenne. Come accade il via del Cadore dove da una settimana il semaforo è stabilmente rosso. Inutile prendersela con il pulsante a chiamata per i pedoni: il semaforo, impavido, non cambia mai colore.
Prigionieri del segnalatore i residenti della piccola via di Santa Maria delle Fabbrecce, un vicolo chiuso, dove transita un significativo numero di mezzi con tanto di obbligata inversione di marcia. Sulla stradina si affacciano alcune abitazioni, uno degli accessi al grande vivaio Il Giardino di Santa Maria nonché l’intenso pellegrinare dei clienti del bar Davide. Dopo sei giorni ancora a vuoto le segnalazioni di residenti e automobilisti che hanno più volte contattato il centralino della Municipale ricevendo solo cortesi rassicurazioni di un pronto intervento risolutore. Non è stata più fruttuosa l’iniziativa di presentarsi in via del Moro e raccontare lo strano caso del semaforo sempre rosso. Anche con questa modalità di denuncia, da parte dei vigili urbani tanta comprensione e sincere promesse, ma il segnalatore resta lì impietrito, rosso di giorno e di notte. Gli agenti della Municipale hanno però consigliato agli automobilisti di fare attenzione perché attraversare con il rosso un incrocio che per di più introduce lungo la statale, è manovra sanzionata dal codice della strada. Insomma se vi becca una pattuglia vi fa la multa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA