Bravate no stop dei vandali ragazzini: auto e sistemi antincendio danneggiati

Mercoledì 8 Settembre 2021 di Luigi Benelli
Bravate no stop dei vandali ragazzini: auto e sistemi antincendio danneggiati

PESARO - Il finestrino dell’auto sfondato, il tubo d’emergenza anti incendio per i vigili del fuoco srotolato e lasciato a terra. Ancora vandalismi, ancora bravate di ragazzini visti scappare dopo il danno. Sono giorni molto caldi e il consigliere comunale d’opposizione di Prima C’è Pesaro Emanuele Gambini incalza il Comune dopo l’approvazione di una mozione per un intervento a Villa San Martino, in quella piazza Puccini teatro di un’aggressione di una decina di minorenni ai danni di un residente. Davanti al cinema Metropolis alle 5 Torri ieri mattina il tubo anti-incendio di emergenza è stato trovato a terra, mentre il contenitore è stato aperto e divelto. 

 

Il disagio via social

La foto è rimbalzata in rete e i commenti di sdegno son stati tanti: «Sarebbe ora che i ragazzi venissero lasciati meno allo sbaraglio e soprattutto puniti a dovere, non giustificati continuamente. Che tristezza». L’altro ieri altri danneggiamenti a una fila di auto in via Bedosti, una strada nel quartiere Torraccia dove lo sviluppo residenziale è più recente che in altri quartieri. Il proprietario ha sbottato sui social: «A proposito di vandalismi, questa città ha qualche problema. Essendo una macchina di servizio aziendale usata poco era completamente vuota, non c’era nulla di visibile per invogliare un furto, quindi anche questa volta sembra un danno per dispetto. Mi hanno segnalato che hanno visto due ragazzini (uno con uno scooter e uno con una bicicletta) vicino alla macchina, poi hanno sentito suonare l’allarme e li hanno visti fuggire. Quindi al 99% è proprio questione che è ora di educare i propri figli, vedendo altri fatti di cronaca locale di questo periodo». Fatti che si ripetono nei vari quartieri, con bivacchi alcolici, sporcizia, danneggiamenti. A Villa San Martino dei ragazzini stavano prendendo a calci un lampione quando un residente ha iniziato a filmarli. È stato accerchiato, minacciato con dei caschi e spintonato. Il consigliere comunale Emanuele Gambini torna sui fatti di piazza Puccini a Villa San Martino ed è pronto a presentare una mozione o un’interpellanza.«Sono cose molto gravi e auspico che questi giovani possano essere individuati e pagare con lavori socialmente utili di pulizia della piazza e del suo parco. Sin da quando ero consigliere di quartiere avevo a cuore quella zona, una volta teatro di spaccio, poi casi di prostituzione fino all’episodio del tentativo di violenza nei confronti di una ragazzina. Da consigliere comunale presentai una mozione per chiedere una perimetrazione dell’area e delle telecamere. Fu votata positivamente ma dal 2019 a oggi non è stato fatto nulla». 
Siepi a delimitare il parco
Gambini incalza. «Dopo i fatti dell’altro giorno - spiega il consigliere - ho avuto un contatto con Aspes che provvederà a mettere delle siepi per delimitare il parco. Ma soprattutto per la sicurezza del giardino pubblico e dei suoi frequentatori c’era l’impegno del Comune di posizionare delle telecamere di videosorveglianza. La zona è ampia, nascosta e i casi di vandalismo non mancano. Le telecamere possono essere un deterrente contro questi atti. Sono pronto a ripresentare una mozione affinchè si possa intervenire, rispettando le promesse fatte».

 

Ultimo aggiornamento: 16:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA