Tutti mobilitati per salvare il micetto Globo: ecco il motivo per cui è stato chiamato così

Tutti mobilitati per salvare il micetto Globo: ecco il motivo per cui è stato chiamato così
Tutti mobilitati per salvare il micetto Globo: ecco il motivo per cui è stato chiamato così
di Elisabetta Marsigli
3 Minuti di Lettura
Martedì 12 Ottobre 2021, 09:10

PESARO  - Globo ha già trovato adozione, ma la sua “cattura” ha impegnato le Primule di Eva, il gruppo di volontari per la ricerca di animali, tutta la domenica, dalle 9 del mattino alle 2 di notte. E con loro anche la squadra dei vigili del fuoco intervenuta per la liberazione del gattino.

Il piccolissimo micino nero, forse di una quarantina di giorni, si era infilato nei macchinari della scala mobile esterna di fronte allo store Globo a Torraccia, da qui il suo nome poi affibbiato all’unanimità, e solo l’orecchio attento di un cliente ha colto il disperato miagolio verso le 9 del mattino. 


Postato l’allarme su Facebook, la Primule si sono precipitate sul posto: la scala mobile è ferma da mesi, fortunatamente, ma l’eco del miagolio non permetteva di capire dove fosse il micio, se era imprigionato o solo nascosto. Si è deciso di chiamare i vigili del fuoco che hanno smontato tutte le paratie a fianco della scala mobile per cercare di liberarlo: il micio è stato finalmente avvistato, ma continuava a scappare, infilandosi negli ingranaggi, chiaramente spaventato dalla situazione. Chiunque si sia recato al centro commerciale nella giornata di dpmenica, non ha potuto fare a meno di seguire l’ennesima avventura delle Primule. La zona è stata immediatamente transennata dai pompieri che hanno permesso alle Primule di posizionare le gabbiette con il cibo.

Nel tardo pomeriggio i vigili sono tornati monitorare la situazione: «Dobbiamo ringraziare i vigili del fuoco per la pazienza e la passione - racconta Annalisa delle Primule - Non è la prima volta che ci affiancano in interventi disperati e vorrei sottolineare la loro delicatezza e attenzione nel mettere tutto in sicurezza». L’operazione salva gattino è stata seguita praticamente in tempo reale sulle pagine social dove le volontarie tenevano aggiornati chi chiedeva notizie. Forse per la tanta confusione, il piccolo micetto era sempre più spaventato: alla sera, senza più troppo rumore, le Primule sono rimaste in 4, decise a rimanere lì fino al mattino, se fosse stato necessario. Con loro anche Anna Manfredonio, Primula e volontaria del gattile Melampo di Fano. La stanchezza, la fame e forse anche le basse temperature, hanno finalmente convinto Globo, chiaramente così chiamato in omaggio al luogo del suo ritrovamento, a dirigersi verso la gabbietta col cibo e, alle 2,30 di notte il micio è stato accolto in Enpa dalla presidente Costanza Lucchino: è stato sfamato e pulito dall’unto degli ingranaggi della scala mobile e ieri è stato consegnato alla sua nuova “mamma”, una commessa del centro commerciale.


Il team delle Primule di Eva è davvero una risorsa preziosa per la nostra città con più di 20 salavaggi e/o recuperi da marzo ad oggi, tra cui quello del cocker sulla Montelabbatese e quello, ancora in corso, di Lilla, cagnolina di 19 anni di Ripe, scomparsa qualche giorno fa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA