Misure anti smog scattate in città: stop fino agli Euro 3 nella zona blu. Già rilevati 11 superamenti

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Thomas Delbianco
Misure anti smog scattate in città: stop fino agli Euro 3 nella zona blu. Già rilevati 11 superamenti

PESARO  - Scattano le misure antismog a Pesaro. Il Comune ordina alle imprese di ridurre le emissioni inquinanti. E stop ai diesel fino a Euro 3 nella Zona Blu. Sono state pubblicate il 6 dicembre dal Comune, ma la loro validità è scattata lo scorso primo novembre, le ordinanze anti inquinamento atmosferico. In base ai dati finora disponibili, nel 2021 la centralina di via Scarpellini ha rilevato 11 giornate di superamenti delle polveri sottili (erano stati 27 nel 2020).

 

Per quanto riguarda i veicoli, lo stop nella Zona Blu ha validità fino al 15 aprile, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30 per i mezzi benzina Euro 0 (rientrano in questa categoria tutti i veicoli a benzina senza catalizzatore e quelli “non ecodiesel”, sono mezzi immatricolati prima del 31 dicembre 1992), per i diesel fino Euro 3 (immatricolati fino al 1° gennaio 2006). E scooter pre-euro. Ci sono deroghe per i veicoli commerciali da trasporto merci in possesso di permessi temporanei di transito individuati dalla targa, al fine di consentire lo svolgimento di attività produttive altrimenti impossibilitate, su comunicazione scritta e motivata degli operatori economici interessati, con specificazione della sua durata. 


Tra le categorie interessate dalle deroghe, i veicoli commerciali leggeri da trasporto merci diesel fino a 3,5 tonnellate, (a partire dagli Euro 2), e i veicoli commerciali pesanti da trasporto merci diesel fino a 14 tonnellate, anche in questo caso esclusi i diesel pre Euro ed Euro 1 senza Fap, appartenenti ad imprese che documentino la necessità di svolgere attività produttive all’interno della Zona blu o di attraversarla per svolgerle altrove, in mancanza di alternative stradali ragionevolmente agevoli. Il numero massimo di permessi temporanei concedibili a ciascuna ditta è di 5 ticket, per il periodo in cui sarà in vigore l’ordinanza. La Zona blu pesarese è delimitata da Strada Statale 16 Adriatica (località Fosso Sejore), Strada Panoramica Ardizio, via Lombroso, via Guerrini, via Carloni, via Pantano, Strada Pantano Castagni, via Pertini, via Bonini, Via A. Costa, linea ferroviaria, fiume Foglia, mare.

Con un’altra ordinanza, il Comune ha obbligato, sempre fino al 15 aprile e con validità tutti giorni compresi i festivi, a tutte le attività produttive (industriali, artigianali, commerciali, agricole) presenti sul territorio comunale e autorizzate alle emissioni in atmosfera, di ridurre le emissioni di polveri totali e di ossidi di azoto in modo tale da attenersi a limiti inferiori del 10% rispetto ai limiti autorizzati, salvo quelle autorizzate con limiti uguali od inferiori al 45% dei limiti nazionali. Per limiti autorizzati si intendono le concentrazioni, nonché i flussi di massa per unità di tempo uguali o inferiori al giorno. 


Inoltre, si vieta alle attività produttive di panificazione e ristorazione di utilizzare la combustione di biomasse legnose per la cottura dei cibi, in apparecchiature varie, salvo che tali apparecchiature siano dotate di idonei sistemi di abbattimento delle polveri sottili nei fumi, realizzati secondo le migliori tecnologie disponibili. Stop anche all’utilizzo di olio combustibile. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA