Furibonda lite di coppia: lui con gli occhi neri, lei con una costola rotta dopo una notte turbolenta

Furibonda lite di coppia: lui con gli occhi neri, lei con una costola rotta dopo una notte turbolenta
Furibonda lite di coppia: lui con gli occhi neri, lei con una costola rotta dopo una notte turbolenta
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Ottobre 2021, 01:45 - Ultimo aggiornamento: 16:00

PESARO  - Se le danno di santa ragione e apparentemente ad avere la peggio sembrerebbe lui. È la cronaca di una notte turbolenta, quella fra giovedì e venerdì in un appartamento nel quartiere di Tombaccia. I protagonisti sono due quarantenni pesaresi, una coppia che già in passato era già stata oggetto di interventi delle forze dell’ordine per litigi e urla. L’altra notte i due hanno litigato violentemente. Entrambi erano in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcool

 

Dalle parole si è passati in breve tempo ai fatti e i due hanno iniziato a picchiarsi vicendevolmente. Botte da orbi e urla tanto che i vicini hanno dato l’allarme e hanno allertato il 118. L’ambulanza ha immediatamente girato la chiamata anche alla polizia che è intervenuta sul posto con la volante. I poliziotti si sono trovati davanti un uomo con gli occhi pesti e il volto tumefatto. Nonostante la minuta corporatura della donna, l’uomo le ha prese di santa ragione. Neanche fosse stato colpito da un pugile professionista eppure l’aspetto era quello di un atleta uscito dal ring.

Sulle prime la quarantenne sembrava stare bene. Ma i due sono stati portati al pronto soccorso per gli accertamenti del caso. Qui è emerso che la signora aveva riportato una frattura di una costola cosa che ha portato i medici a emettere una prognosi di oltre 20 giorni. La prassi è che durante i litigi Si procede alla denuncia solo su querela di parte, ovvero quando uno dei due denuncia il proprio compagno per le lesioni o i maltrattamenti. In questo caso nessuno dei due sembrava voler procedere contro l’altro ma la prognosi così alta ha portato i poliziotti a dover procedere d’ufficio denunciando l’uomo per lesioni nei confronti della convivente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA