Pesaro, ubriaco molesto alla stazione ferroviaria: dopo 8 denunce e Daspo questa volta scattano le manette

Lunedì 24 Agosto 2020
Pesaro, ubriaco molesto alla stazione ferroviaria: dopo 8 denunce e Daspo questa volta scattano le manette

PESARO - Ha collezionato ben 8 denunce per non aver osservato il daspo urbano. Questa volta è stato arrestato. Lui è una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, un 30enne della Sierra Leone già arrestato in passato per spaccio. E ha anche una lunga lista di precedenti. Domenica mattina è stato segnalato da alcuni cittadini alla stazione del treno mentre importunava dei passeggeri.

LEGGI ANCHE:
Ascoli, tremendo frontale sulla circonvallazione: arrestato uno dei conducenti, era ubriaco

Coronavirus, sono "solo" 3 i nuovi positivi nelle Marche. Tutti dell'Anconetano/ I numeri del contagio in Italia

Era visibilmente ubriaco e molesto. Gli agenti della squadra volante sono arrivati sul posto e lo hanno identificato. Lui per tutta risposta li ha insultati. Ma non doveva e non poteva stare lì perché su di lui pende un daspo urbano, ovvero un divieto di ingresso in alcune zone come appunto la stazione. Così è stato portato in questura per la denuncia per la violazione del decreto, ma una volta in centrale ha aggredito gli agenti e uno ha riportato delle lesioni a un polso, giudicate guaribili in tre giorni. Per questi motivi è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA