Ubriaco picchia la fidanzata per una telefonata e torna a cercarla con i coltelli, ma il 19enne finisce con l'auto nel fosso

Ubriaco picchia la fidanzata per una telefonata e torna a cercarla con i coltelli, ma il 19enne finisce con l'auto nel fosso
Ubriaco picchia la fidanzata per una telefonata e torna a cercarla con i coltelli, ma il 19enne finisce con l'auto nel fosso
di Luigi Benelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 15 Agosto 2021, 05:10

PESARO - Notte di follia e paura a Pesaro in strada in Sala, nel quartiere di Villa Fastiggi. Un ragazzo estremamente geloso (e alticcio) torna a casa a prendere quattro coltelli con intenti poco amichevoli verso la sua fidanzata dopo che lei era scesa dall’auto perchè la stava picchiando. E’ successo a cavallo tra venerdì e sabato quando alcuni passanti hanno notato una ragazza camminare sola e claudicante lungo strada in Sala, in evidente difficoltà.

Alla centrale operativa dei Carabinieri sono arrivate quindi diverse chiamate per segnalare questa situazione alquanto sospetta. I militari sono subito accorsi sul posto per capire che cosa fosse successo alla ragazza. Di lì a poco hanno scoperto quanto era accaduto poco prima. In pratica, secondo la ricostruzione della diciannovenne, residente a Pesaro, lei era in macchina con il fidanzato, un ventiquattrenne di Vallefoglia di origini marocchine e un suo amico. Lei avrebbe ricevuto la chiamata di un ragazzo, il fidanzato di una sua amica, che voleva sapere dove si sarebbero incontrati tutti quanti per una festa. Il fidanzato della diciannovenne, in preda alla gelosia ma anche ai fumi dell’alcol, è andato su tutte le furie pensando che fosse un suo amante. Così ha colpito al volto la ragazza con violenza. Visto che non era la prima volta che accadeva, lei è scesa ed è scappata dall’auto guidata dall’amico del suo fidanzato. Il 24enne si è fatto quindi accompagnare a casa dall’amico e qui ha preso quattro coltelli da cucina. Poi, su tutte le furie, è risalito in macchina lasciando l’amico a terra. Così è partito per cercare la sua ragazza con intenti tutt’altro che amichevoli. Ma per fortuna, considerato il grave stato di ubriachezza, ha finito la sua corsa in un fosso sempre nella zona di Villa Fastiggi. Nel frattempo i militari avevano trovato la ragazza e avevano ascoltato tutto il racconto. Poi si sono precipitati a refertare l’incidente del 24enne. La giovane ha raccontato anche gli altri quattro episodi in cui il fidanzato l’aveva picchiata così i militari hanno ricostruito il contesto dei maltrattamenti e della violenza e hanno arrestato il 24enne denunciandolo anche per il possesso abusivo di strumenti atti a offendere. La diciannovenne è stata portata al pronto soccorso dove è stata medicata con una prognosi di cinque giorni. 
I precedenti
I militari hanno anche acquisito i precedenti referti che la giovane aveva avuto dall’ospedale a causa delle botte ricevute dal fidanzato per chiudere il contesto probatorio. Ora il 24enne è stato portato al penitenziario di Villa Fastiggi a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA