Trovati i fondi per i grandi eventi, non solo quelli estivi: «Tutti si svolgeranno in sicurezza»

Martedì 27 Luglio 2021 di Thomas Delbianco
Trovati i fondi per i grandi eventi, non solo quelli estivi: «Tutti si svolgeranno in sicurezza»

PESARO - Notte delle Candele e Campionati di Ginnastica, arrivano i fondi per i grandi eventi estivi (ma anche autunnali). Via libera ieri in consiglio comunale (maggioranza e cinque Stelle a favore, centrodestra contrario) all’assestamento di bilancio.

 

«La scelta finora, applicando l’avanzo agli investimenti, è stata quella di velocizzare uno dei principali motori di leve che ha un ente locale per far riprendere lo sviluppo, mantenendo un atteggiamento più prudente sulla parte corrente, sulla quale ora andiamo a spingere, sempre investendo sulla nostra città - spiega Riccardo Pozzi, assessore al Bilancio - Pesaro è una delle realtà che vuole provare a correre, ambire a essere una di quelle realtà che può far investire sulla cultura affinchè possa essere uno sviluppo importante della nostra città. Variazione che tocca servizi, turismo, cultura, sport.

«Ci sono risorse - prosegue - che servono per la ricchezza dell’offerta del palinsesto culturale-turistico che la nostra città offre a pesaresi e turisti: garantire il funzionamento di tutto ciò che sta oltre le convenzioni, eventi importanti che caratterizzano e caratterizzeranno l’estate e l’autunno fino a novembre, come Popsophia, Notte della Musica, Candele sotto le Stelle, tutti appuntamenti che si svolgeranno in sicurezza».

Nella variazione, tra le varie voci, sono inseriti, citati dall’assessore, 30.000 euro per l’acquisto di nuovi dispositivi multimediali e libri per le biblioteche, fondi per i Campionati di Ginnastica Ritmica e Acrobatica, risorse per la manutenzione del Campo Scuola, 30 mila euro per azioni e iniziative di contrasto alla violenza di genere e pari opportunità, 100.000 euro per valorizzare Palazzo Almerici. Pozzi ha ricordato anche che « il lavoro di sette sindaci, tra cui il sindaco Ricci, ha portato a far sì che nel Decreto Sostegni Bis sia stato rimpinguato un capitolo con 15 ulteriori milioni di euro per le Città Unesco e del network delle Città Creative Unesco, risorse che l’amministrazione potrà utilizzare per eventi e per tutto ciò che ci consente di essere attrattivi oltre il mare». La Presidente della Commissione Bilancio Giulia Marchionni (Prima C’è Pesaro) ha chiesto chiarimenti sul capitolo contributi diversi con modifica di 150 mila euro, e capitoli su trasferimenti di contributi ad associazioni senza scopo di lucro per progetti di accoglienza turistica, di 92 mila euro, e servizi diversi per attività di turismo, 97 mila euro.

Ha risposto Pozzi: «Tutto il palinsesto turistico della città sta dentro queste macro-voci. Tra questi, Mostra Gavardiana, Concerti del lunedì, del giovedì, Festa di Ferragosto, Bof. Iniziative che coinvolgono anche i quartieri». Guendalina Blasi del Pd ha evidenziato la presenza di risorse per manutenzione degli impianti sportivi, messa a disposizione di spazi per società sportive. Dario Andreolli (Lega): «Ci sono voci che ci trovano d’accordo, come lo stanziamento per la Biblioteca Oliveriana. Su altre voci avremmo qualcosa da ridire, e per questo votiamo in maniera negativa». Chiara Panicali del Pd ha espresso soddisfazione per le risorse destinate in parte corrente all’asset cultura-turismo.


Lorenzo Lugli dei Cinque Stelle ha dichiarato l’appoggio all’assestamento di bilancio, «che contiene molte delle proposte che abbiamo presentato, vedi sport, recupero del patrimonio artistico-culturale, recupero del Miralfiore, soddisfatti degli investimenti nella cultura, il nostro petrolio». Il capogruppo Pd Anna Mattioli ha sottolineato che «l’assestamento verrà eseguito quasi a costo zero, grazie all’inserimento, attraverso il lavoro dell’assessore Vimini, di Pesaro nel decreto ristori, che porterà 5 milioni di euro a sette città italiane del patrimonio Unesco».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA