«Hai fatto la spia» e si scatena la rissa: ragazza coinvolta, spuntano anche i bastoni. Le paure dei residenti

Martedì 20 Aprile 2021
«Hai fatto la spia» e si scatena la rissa: ragazza coinvolta, spuntano anche i bastoni. Le paure dei residenti

PESARO  - Dalla rissa in via Solferino all’allarme per la scomparsa di una ragazza sotto l’effetto di droghe. Fino all’arresto di un giovane che ha dato in escandescenze per la mancanza di mascherina e la denuncia per spaccio di un 19enne. Fine settimana intenso per le volanti della Questura, coordinate dal commissario Paolo Badioli, dirigente dell’Ufficio prevenzione generale soccorso pubblico. La sala operativa della Questura, alle 17,15 di domenica è stata allertata da diverse chiamate di cittadini per la presenza di una rissa in via Solferino.

LEGGI ANCHE:

Fermati sulla statale tra Fano e Pesaro: violate le regole anti Covid, scatta la multa e pure la denuncia

 
Urla, calci, spinte e persino colpi di bastone. In tanti hanno notato la scena e hanno chiamato le forze dell’ordine. La Volante è arrivata sul posto e ha identificato quattro giovani, tutti già noti alle forze di polizia: si trattava di due italiani, una ragazza pesarese e un brasiliano, tutti sulla trentina. Secondo quanto si è appreso il brasiliano è stato accusato dai tre di aver chiamato i carabinieri che avrebbero controllato i ragazzi.


Il motivo è poco chiaro, fatti che non corrisponderebbero al vero ma che hanno innescato la miccia della colluttazione. I quattro sono stati tutti denunciati per il reato di rissa. Nella serata di sabato il padre e il fidanzato di una 30enne hanno dato l’allarme alla questura perché la donna era sparita da alcune ore. Sono scattate subito le ricerche per ritrovare la donna che è nota nell’ambito dell’assunzione di droghe. Il timore è che potesse avere avuto un collasso. È stata ritrovata attorno alla mezzanotte in un garage di un condominio a Villa Fastiggi. Era confusa e ha ammesso di aver perso la cognizione del tempo e del luogo dopo aver assunto sostanze. È stata riaffidata alle cure del padre e del compagno.

Nel corso della serata di domenica i poliziotti hanno trovato a tarda ora un 19enne pesarese nella zona del parco Miralfiore. Insospettiti dalla presenza del ragazzo in quella zona e a quell’ora hanno approfondito il controllo e gli hanno trovato addosso un bilancino di precisione con evidenti tracce di marijuana. Gli agenti hanno esteso la perquisizione a casa del 19enne dove hanno trovato un altro bilancino, circa 40 grammi di hashish e 8 grammi di marijuana oltre a delle buste dove c’era in precedenza della droga. Il ragazzo è stato denunciato per il reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Sabato sera, nell’ambito dei controlli sul rispetto delle regole covid, la volante si è imbattuta in un ragazzo di 25 anni di origine polacca residente a Pesaro.

Passeggiava a Villa San Martino senza mascherina. Il giovane non ne voleva sapere di indossarla e ha iniziato a reagire contro i poliziotti, in preda ai fumi dell’alcol. Appena ha visto che gli agenti stavano compilando il verbale si è scagliato contro di loro aggredendoli con calci e pugni. Il ragazzo, incontenibile, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA