Placcato in centro il ladro manolesta inseguito da guardia giurata e passanti

Placcato in centro il ladro manolesta inseguito da guardia giurata e passanti
Placcato in centro il ladro manolesta inseguito da guardia giurata e passanti
di Luigi Benelli
4 Minuti di Lettura
Sabato 20 Agosto 2022, 05:20 - Ultimo aggiornamento: 15:07

PESARO -  Inseguito in centro storico dopo un furto dalla guardia giurata, viene arrestato anche grazie alla mobilitazione di passanti, tra chi urlava “al ladro, al ladro” e chi invece tentava di fermarne la fuga. Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di giovedì in corso XI Settembre, nel pieno del passeggio (la giornata era anche nuvolosa). Il protagonista è un uomo di 58 anni, di origini romane, già gravato di vari precedenti per furto con destrezza, rapina e reati contro il patrimonio.

 
Cosa è successo
Il 58enne è entrato al negozio di abbigliamento Loop e sin da subito non è sembrato un normale cliente, di quelli che curiosano e chiedono. Il suo fare sospetto ha messo in allarme il titolare che lo ha quindi seguito con lo sguardo, tenendolo costantemente d’occhio. E i timori non erano infondati. Poco dopo è scattato l’allarme dell’antitaccheggio, e il 58enne è stato invitato a mostrare che cosa custodisse all’interno della borsa che aveva con sè, l’uomo l’ha aperta facendo vedere che all’interno non aveva nulla di sospetto. Così se n’è andato uscendo dal negozio. Il caso tuttavia non era chiuso perché poco dopo lo stesso titolare della Loop ha visto l’uomo correre per le vie del centro storico inseguito da altri mentre altri ancora urlavano. E ha potuto collegare tutto. Ma a questo punto però bisogna fare un passo indietro per capire che cosa stava accadendo. Presto detto.

Dopo essere uscito dal negozio di abbigliamento, l’uomo è entrato come se nulla fosse in un altro negozio, ovvero da Zachary, camiceria di corso XI Settembre. Anche in questo caso ha iniziato a guardare la merce sugli scaffali, dissimulando quello che era invece il suo vero obiettivo: ovvero la borsa della titolare che in quel momento stava parlando con la sorella. Era appoggiata in un’area interdetta al pubblico, ma visibile. In un momento di distrazione, lui è entrato in quella zona e ha sottratto il portafoglio. Le signore lo hanno visto uscire da camerino e gli hanno chiesto di fermarsi. Ma lui è andato via senza voltarsi. In pochi attimi hanno visto che il portafoglio non c’era più così hanno iniziato a urlare. Lui è scappato di corsa con le due signore che gridavano “al ladro” e alcuni passanti che a sentire il grido delle donne si sono frapposti in mezzo alla strada per cercare di fermarlo. E’ intervenuta anche guardia giurata e un residente del centro storico che, standogli alle costole, lo hanno rallentato e quasi fermato. L’uomo è stato definitivamente placcato e bloccato con l’arrivo delle forze dell’ordine. In pochi attimi sono sopraggiunti i carabinieri che lo hanno arrestato in flagranza di reato per furto con destrezza. Il 58enne nel frattempo si era disfatto del portafoglio durante la fuga gettandolo a terra per non farsi trovare addosso la refurtiva. La titolare ha poi constatato che non mancava nulla dal. Alla fine il colpo è stato un flop in entrambi i negozi e il 58enne ha rimediato un altro arresto. Ieri mattina è stato convalidato dal giudice. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA