Gli offre sesso, ma poi gli sfila il portafoglio e scompare: presa poco lontana la sexy ladra

Domenica 13 Giugno 2021 di Luigi Benelli
Gli offre sesso, ma poi gli sfila il portafoglio e scompare: presa poco lontana la sexy ladra

PESARO - La promessa di una prestazione sessuale poi il furto del portafoglio. Nel pomeriggio di venerdì una donna pesarese di 42 anni, mentre era con la sua auto in via Giolitti, si è avvicinata a un uomo di 50 anni invalido. La donna, già nota per precedenti e per la dipendenza da droghe, ha iniziato circuire il signore promettendogli delle prestazioni sessuali. L’uomo, invaghito dalla bella presenza della donna, ci è cascato ed è stato convinto a salire sull’auto di lei. 

 

La tentazione

Così si sono mossi in direzione di un vicino parcheggio. Qui la donna ha messo in scena il suo copione.Ha iniziato a scambiare delle piccole effusioni con il cinquantenne che si è subito distratto e lasciato andare. Qualche palpeggiamento finché la mano è finita nella tasca del signore. In questo frangente, con lui preso da altro, lei è riuscita a sfilargli il portafoglio. Appena raggiunto il vero obiettivo ha iniziato a dire che non ne voleva sapere di voler continuare nelle prestazioni sessuali promesse. «Basta basta, non voglio fare nulla con te, finiamola qui». Così è ripartita e ha lasciato l’uomo in via Giolitti. Il cinquantenne deluso da quanto accaduto è tornato mestamente al bar dove ha consumato un drink. Ma al momento di pagare si è accorto di non avere più il portafogli. Così ha ricollegato tutto e ha dato l’allarme ai carabinieri. I militari erano in zona e hanno ascoltato la descrizione della signora e dell’auto e si sono subito messi alla ricerca. Infatti l’hanno trovata poco distante. È stata messa alle strette, ma il portafoglio non è stato ritrovato.

La flagranza

Però all’interno del borsello della donna c’erano i soldi negli stessi tagli indicati dal 50enne. Così la 42enne è stata arrestata in flagranza, visto che era passati poco tempo, per furto con destrezza. Ieri mattina in tribunale a Pesaro la direttissima. La donna, difesa dall’avvocatessa Giulia De Luca, ha patteggiato a 6 mesi. Ha negato tutti gli addebiti. La pena non è stata sospesa per via dei precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA