Scuole nuove e riqualificate: il Comune ci mette 10 milioni. Ecco in quali istituti verranno effettuati gli interventi

Mercoledì 13 Aprile 2022 di Thomas Delbianco
Scuole nuove e riqualificate: il Comune ci mette 10 milioni. Ecco in quali istituti verranno effettuati gli interventi

PESARO  - Dalla Dante Alighieri al Polo dell’infanzia, Soria fa il bis delle nuove scuole. Interventi anche su altri edifici, nel complesso 10 milioni di euro. A fine anno scolastico, in base ai piani programmati dal Comune, inizieranno i lavori per rifare la scuola media di Dante Alighieri, per un investimento di 6,5 milioni di euro, già appaltato, di cui i due terzi coperti da un finanziamento regionale. 

 


L’attuale immobile scolastico di Soria verrà demolito e ricostruito nella parte relativa alle classi e altri spazi, eccetto per palestra e auditorium, già sottoposti a lavori di ristrutturazione. Gli studenti durante il cantiere verranno trasferiti alla ex Pesaro Studi, insieme agli studenti dei nuovi corsi universitari. Ma non solo. Lunedì in consiglio comunale è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica del polo dell’infanzia di via Rigoni. Il progetto prevede di demolire e ricostruzione l’edificio comunale di via Rigoni, attuale sede della scuola statale Skarabokkio, e sostituirlo con un polo 0-6 anni comprendente una scuola per l’infanzia (da 4 sezioni di 30 alunni), un asilo nido (per 30 bambini) e un centro polifunzionale dedicato a servizi alla famiglia per un investimento di 3,7 milioni di euro. 


Diventerà un polo scolastico 0-6 anni near Zero Energy Building (nZEB), cioè un “edificio a energia quasi zero” dalle prestazioni elevatissime e capace di raggiungere la certificazione Leed Platinum come successo per la scuola Brancati che ha conquistato “l’Oscar dell’architettura”. Edilizia scolastica ancora al centro di due delibere di giunta approvate ieri mattina sui lavori alla scuola di Borgo Santa Maria e alla primaria di via Fermi, a Muraglia. 


«In questo momento stiamo seguendo 4 progetti di edilizia scolastica che interessano 4 quartieri della città, per un totale di 10.177.000 euro di interventi - spiega l’assessore al Fare Riccardo Pozzi - Continuiamo a investire sugli edifici scolastici pesaresi nell’ottica di una strategia che punta a rendere le strutture sempre più sicure, funzionali, vivibili e sostenibili». Adeguate, cioè, «alle innovazioni tecnologiche e pedagogiche, e alle nuove necessità didattiche evidenziate anche dalla pandemia, che impongono nuovi ambienti, più flessibili e integrati, in grado di divenire spazi di relazione, luoghi informali di sosta e apprendimento» aggiunge Camilla Murgia, assessora alla Crescita e alla Gentilezza. 


Alla sede della primaria dell’istituto comprensivo Leopardi di via Fermi, nel quartiere di Montegranaro Muraglia, ci saranno lavori di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza e di efficientamento energetico per un totale di 600mila euro di lavori. Interventi di messa in sicurezza ed efficientamento energetico, anche per la primaria dell’istituto comprensivo Galilei in via Monte Bianco, a Borgo Santa Maria. In questo caso, un importo di 380.000 euro per la coibentazione della copertura della palestra e degli spogliatoi e la sostituzione delle finestre degli stessi spazi; interventi sulle facciate esterne del fabbricato, sull’impianto di illuminazione del campo da gioco, sulle porte di accesso dall’esterno e di comunicazione tra la palestra e le aule scolastiche. 

Prevista anche la sostituzione della pavimentazione della palestra: «L’attuale linoleum sarà sostituto con una superficie tecnica adatta alle discipline sportive praticate dagli studenti» spiega Pozzi. Nel piano di edilizia scolastica comunale, c’è anche la secondaria di primo grado Manzoni di via Frescobaldi a Villa San Martino, con due ampliamenti di volumetria, nuovi spazi per i laboratori e la didattica, la riqualificazione di infissi e servizi igienici. Interventi strutturali che renderanno l’edificio, «una scuola moderna e sicura». Un progetto che ha ottenuto quasi 5,5 milioni di euro dei 14 milioni previsti dai fondi del Pnrr. riguardanti l’edilizia scolastica – Investimento 3.3: Piano di messa in sicurezza e riqualificazione dell’edilizia scolastica” messi a disposizione dalla Regione. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA