La scuola Frank verrà rifatta ex novo con un tesoretto da tre milioni e mezzo

La scuola Frank verrà rifatta ex novo con un tesoretto da tre milioni e mezzo
La scuola Frank verrà rifatta ex novo con un tesoretto da tre milioni e mezzo
di Eleonora Rubechi
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Maggio 2022, 06:45 - Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 10:02

PESARO  - Arriva un’altra scuola tutta nuova a Pesaro: la terza dopo la Brancati e l’Alighieri (ma i lavori devono ancora partire). Si tratta dell’Anna Frank di Santa Maria delle Fabbrecce che, al pari dell’Alighieri di Soria dovrà prima essere abbattuta e ricostruita.

 

E sarà possibile farlo grazie ai fondi del Pnrr: un tesoretto da 3 milioni e mezzo che il Comune si è aggiudicato partecipando al bando sugli edifici scolastici innovativi. «C’è anche il Comune di Pesaro - annuncia il sindaco Matteo Ricci tra i progetti vincitori del bando del Pnrr sulle scuole innovative».


E spiega: «Tra oltre 600 domande presentate il Ministero dell’Istruzione ne ha promosse 216, tra queste anche il progetto che riguarda la riqualificazione della scuola Anna Frank di Santa Maria delle Fabbrecce, per un finanziamento complessivo di oltre 3.5 milioni di euro. Vogliamo che le nostre scuole siano sempre più innovative, sicure, sostenibili e inclusive. Per questo, ormai da anni, l’Amministrazione investe su progetti di edilizia sostenibile per edifici al top dell’efficientamento energetico».Dopo la scuola pluripremiata dei via Lamarmora, e il progetto di riqualificazione della Dante Alighieri, Pesaro mette in cantiere un altro importante finanziamento. «L’intervento prevede la realizzazione di un progetto che presenti caratteri di abitabilità elevata nei diversi ambienti, la loro flessibilità di utilizzo e garantisca, nel contempo, caratteristiche di funzionalità, confort e benessere al personale e agli alunni», ha puntualizzato l’assessore al Fare Riccardo Pozzi. L’attuale struttura di Santa Maria delle Fabbrecce verrà quindi demolita e ricostruita.

«La nuova opera avrà essenzialmente la forma di due ali allungate insistenti sulla medesima giacitura dell’attuale scuola, con ambienti luminosi e distribuiti su due livelli: la struttura sarà in legno con elementi di chiusura verticali in vetro su lato sud e tamponature opache nella parte nord/ovest. Le superfici in vetro, a basso livello di trasmittanza, saranno dotate di sistemi esterni oscuranti che garantiranno sempre, assieme alla gestione dei sistemi di climatizzazione interna, la temperatura ideale».

Il nuovo edificio consentirà di adattare gli spazi alle esigenze didattiche e formative indicate nelle linee guida del bando ministeriale, «oltre alle aule tradizionali, dotate delle tecnologie di ultima generazione, si prevedono: spazi di gruppo, spazi per laboratori, spazi individuali, zone informali e relax». L’importo totale per la realizzazione dell’opera è di 3.559.851,12 euro. Intanto il Comune ha già acquisito l’area per la realizzazione del parcheggio della scuola primaria Anna Frank, «intervento che fa parte di una scelta strategica fatta negli ultimi mesi dall’Amministrazione comunale – concludono il sindaco e assessore -. È il completamento di un’area che richiede da anni interventi legati alla viabilità, perché in quella zona si creano ingorghi ogni mattina». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA