Pesaro, scende dal treno dalla Romagna con mezz'etto di cocaina: arrestato pusher 20enne

Friday 5 June 2020
Pesaro, scende dal treno dalla Romagna con mezz'etto di cocaina: arrestato pusher 20enne

PESARO - Scende a Pesaro dal treno proveniente dalla Romagna, ma i poliziotti ricordano di averlo visto in altre situazioni sospette: pusher albanese 20enne arrestato con mezz'etto di cocaina.

LEGGI ANCHE:
Ex carabiniere freddato: i due killer di Cianfrone in missione dal sud Italia

Ennesimo investimento sulla strada statale, ferita una donna: ha riportato un trauma cranico

Gli investigatori hanno notato dal treno proveniente dalla vicina Romagna, un albanese 20enne, che uno degli operatori riconosceva come quello già identificato presso l’abitazione di altro connazionale tratto in arresto per reati connessi al traffico di stupefacenti. Le due convergenze, unite al fatto che lo straniero, in evidente stato di agitazione, non forniva alcuna valida giustificazione circa la sua presenza Pesaro, convincevano gli agenti ad approfondire il controllo con una perquisizione. Veniva così rinvenuto sul fondo del borsello portato a tracolla dal sospettato, un involucro in cellophane e pellicola d’alluminio, contenente sassi di cocaina del peso superiore al mezzo etto. Tale quantitativo, subito sequestrato, con ogni probabilità caratterizzato da un elevato livello di principio attivo (vista la sua conformazione in sasso), avrebbe permesso, una volta tagliato, di confezionare un centinaio di dosi da 0,7/0,8 grammi, che vendute a 80 euro di media a dose avrebbero consentito un guadagno di circa 8.000 euro. L’albanese, richiedente asilo politico, nullafacente, veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ristretto presso la locale Casa Circondariale.

Nella mattinata odierna il Giudice del Tribunale di Pesaro convalidava l’arresto emettendo nei suoi confronti la misura cautelare della custodia in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA