Pesaro, scaraventa l'anziana madre giù dalle scale: lei all'ospedale, lui in psichiatria

Mercoledì 8 Luglio 2020
Pesaro, scaraventa l'anziana madre giù dalle scale: lei all'ospedale, lui in psichiatria

PESARO - Due episodi concitati che potevano avere conseguenze ben più gravi se non fosse stato per l’intervento delle pattuglie della squadra volante della polizia. Momenti ad alta tensione risolti dagli agenti e anche dall’aiuto di tre giovani extracomunitari. Il primo fatto più grave e di tensione nella tarda mattinata di ieri in via Luino nella zona delle Cinque Torri quando al centralino della questura arriva la disperata chiamata di una donna che prega di intervenire subito perché suo fratello è fuori controllo.

LEGGI ANCHE:
«Ubriaco palpeggia una donna in un bar». A processo per violenza sessuale e lesioni

Torna a casa con l'auto ritirata dalla concessionaria e fa un incidente con un cinghiale, paga la Regione


Si tratta di un trentenne già noto alla polizia che poco prima in un eccesso fuori controllo e in condizioni psicofisiche assolutamente alterate ha iniziato a inveire come un ossesso contro la madre che divide la casa con lui. La povera donna, ultraottantenne ha tentato di sfuggire alla furia del figlio ma mentre l’anziana tentava di scappare da casa il figlio l’ha raggiunta e con violenza l’ha scaraventata in fondo alla rampa delle scale. La pensionata nella caduta si è rotta il femore e ha dovuto esser e poi operata d’urgenza all’ospedale di Marche Nord
 
Non pago il giovane ha poi aperto tutti i rubinetti del gas e uscito sul terrazzo ha minacciato di farsi saltare in aria lui e l’appartamento destando paura e tensione anche nel vicinato. Per fortuna il pronto intervento della polizia è riuscito a neutralizzare il trentenne e a immobilizzarlo prima che compisse altri gesti incosulti. L’uomo è stato poi ricoverato dal personale del 118 nel reparto psichiatrico di Muraglia. dove è stato sottoposto a un Tso.
E a Tso è stato sottoposto il giorno prima anche un altro giovane pesarese. Il ragazzo in condizione alterate era giunto al Pronto soccorso di Pesaro intorno alle 17 iniziando a dare in escandescenze e costringendo i sa ntari a chiamare la polizia. Quando è arrivata la pattuglia il 19enne è sembrato calmarsi ma poi ha dato di nuovo in escandescenze fuggendo a piedi verso la stazione e a quel punto è diventato un ossesso è saltato sulla macchina degli agenti abbozzandola e si è scagliato contro i poliziotti che hanno poi avuto 10 giorni di prognosi. Ad aiutare la polizia nel bloccare il ragazzo ormai fuori controllo tre giovani extracomunitari che hanno assistito alla scena intervenendo immediatamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA