Sanità, arriva il super concorsone: quasi 8mila domande per 52 posti

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Letizia Francesconi
Sanità, arriva il super concorsone: quasi 8mila domande per 52 posti (foto d'archivio di un altro concorso)

PESARO - Sono state rese note le date del concorsone unificato per la ricerca di operatori sociosanitari bandito da Asur Marche, Azienda ospedaliera Marche Nord, Inrca e Ospedali Riuniti di Ancona. Le prove pratiche si terranno il prossimo 2-3 febbraio alla Vitrifrigo Arena. Le domande complessivamente pervenute sono state quasi 8mila, 7.700 per la precisione, ma probabilmente i numeri di quanti si presenteranno effettivamente sarà più basso, indicativamente intorno ai 3 mila partecipanti o poco più, così stimano le parti sociali del comparto sanità. 

 


Eliminata la preselezione e ora le sigle sindacali stanno già organizzando sessioni di formazione in videoconferenza per gli operatori iscritti e partecipanti per Marche Nord. Prima però che le nuove figure prendano servizio nell’ azienda ospedaliera, saranno necessari per il completamento dell’iter della procedura concorsuale, almeno tre mesi e se ne riparlerà a primavera inoltrata. Le prove: è stata una decisione presa da Marche Nord espletare il “concorsone” senza preselezioni, proprio per ridurre situazioni di assembramento e limitare gli spostamenti da fuori regione. Così scrive nel documento reso noto ieri la presidente della commissione concorsuale. Il concorso unificato fra enti prevede 52 posti complessivi per operatore sociosanitario. La disponibilità dei posti è stata ripartita sulla base delle esigenze dei quattro enti sanitari e ospedalieri che hanno bandito il concorso.

Solo a Marche Nord, dovrebbero entrare 10 nuove figure di Oss. I controlli: intanto si prepara ad ospitare i candidati la struttura della Vitrifrigo. Per i partecipanti provenienti da tutta la regione, sono state predisposte misure di accesso e svolgimento in sicurezza nel rispetto di norme e restrizioni. Mascherina obbligatoria per tutti e percorsi segnalati e separati per l’ingresso, la sistemazione dei posti e l’uscita. I candidati verranno divisi in gruppi con un diverso orario d’accesso proprio per non creare assembramenti, e i varchi stessi all’Arena saranno differenziati e presidiati. Il commento: finalmente dopo mesi di attesa l’inizio del concorso, commentano i referenti sindacali pesaresi, ma la stessa procedura regionale ha seguito tempi lunghi anzi fin troppo lunghi, in piena crisi sanitaria e pandemica, come ha fatto notare Vania Sciumbata per la Funzione pubblica, Cgil.

La programmazione delle prove a livello regionale ha osservato, arriva con ritardo rispetto all’evoluzione della seconda ondata, e le nuove figure in ingresso a primavera inoltrata, non si troveranno a fronteggiare la stessa crisi sanitaria di oggi né le criticità odierne. Il via libera espletamento delle prove infatti arriva a distanza di quasi un anno dall’avvio dell’iter, era il febbraio 2020 quando l’azienda Marche Nord pubblicava con proprio determina il bando per partecipare al concorso unificato Oss.


«Resta invece per l’azienda ospedaliera Marche Nord la carenza di infermieri e medici, un problema legato anche all’accesso a numero chiuso dei corsi di laurea di Medicina - commenta Sciumbata - mentre per le figure di nuovi infermieri, le prove del concorso bandito nel giugno 2019 si sono concluse solo una settimana fa , con un ritardo di un anno, dove nel mezzo c’è stato l’arrivo della pandemia. Ora, si attende l’uscita della graduatoria da cui anche Marche Nord potrà attingere, ma anche in questo caso, non prima del prossimo marzo».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA