Pesaro, Sabrina uccisa in casa
con dieci coltellate: ergastolo a Safri

Sabrina uccisa in casa
con dieci coltellate:
ergastolo a Safri
PESARO – Condanna all’ergastolo, così come chiesto dall’accusa, per Zakaria Safri, 38 anni, marocchino, imputato dell'omicidio di Sabrina Malipiero, 52enne cassiera uccisa in casa il 13 luglio dell’anno scorso con dieci coltellate.
La corte ha escluso l’aggravante della crudeltà, ma ammesso quella dei futili motivi, trasmettendo al pm gli atti per le accuse di rapina di droga e oggetti della vittima. Safri ha sempre negato di essere l’assassino, ma la Corte d’Assisie ha ritenuto sufficienti le prove: dalle impronte insanguinate in casa alle immagine di video sorveglianza che lo ritraggono mentre entra ed esce dall’appartamento. I legali della difesa, Giancluca Sanchini e Francesca Biagioli, parlano di “indagini lacunose e a senso unico”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 22 Maggio 2019, 15:37 - Ultimo aggiornamento: 22-05-2019 15:37

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO