Pesaro, da Rossini a Rossi: gemellaggio
con la città della Yamaha Kakegawa

Mercoledì 21 Settembre 2016
Il sindaco a Kakegawa
PESARO - Il sindaco di Pesaro Matteo Ricci ha siglato un gemellaggio con la città giapponese di Kakegawa, consegnando al collega Saburo Matsui un cappellino giallo targato VR46, con dedica ad hoc del campione Valentino Rossi. Il sindaco della città roccaforte della Yamaha ha indossato poi il berretto nella cerimonia ufficiale, salutata da un videomessaggio del campionissimo. Valentino parla in inglese, ma saluta in italiano: «Ciao a tutti, congratulazioni per il gemellaggio: mi sento legato ad entrambe le città. Pesaro è molto vicina al luogo dove sono nato e Kakegawa è vicina al luogo di nascita della mia M1 (la sua moto)». «I giapponesi? Impazziscono per Gioachino Rossini ma anche per Rossi. L'ho verificato quando ho tirato fuori il materiale che Vale ha firmato per loro...», il commento di Ricci. Il sindaco ha poi incontrato nella Yamaha Factory di Kakegawa il presidente e Ceo del gruppo Hiroyuki Yanagi: «Gli ho parlato del nostro progetto sulla terra dei piloti e dei motori, ha mostrato grande interesse. L'azienda incarna musica e moto su scala planetaria: due ambiti che combaciano con gli asset su cui noi abbiamo puntato in chiave turistica».
Pesaro e la città giapponese collaboreranno nei settori culturale, turistico, economico, sportivo e agroalimentare. Con un focus speciale sulle iniziative legate al 150° rossiniano. L'Orchestra sinfonica Rossini ha preparato il terreno nel suo tour giapponese del 2015 e in questi giorni le note dell'Osr sono tornate nei teatri di Kakegawa in modalità quintetto e in forma di lezioni e stage per orchestre giovanili della città. La chiusura domani a Tokyo, con la recita del Barbiere di Siviglia. © RIPRODUZIONE RISERVATA