Pesaro, risse, vandali e ragazzini ubriachi: arriva la stretta sulla movida molesta

Giovedì 2 Luglio 2020
Pesaro, risse, vandali e ragazzini ubriachi: arriva la stretta sulla movida molesta

PESARO - Movida e notti alcoliche in zona mare, arriva la stretta con il prefetto Vittorio Lapolla che ordina maggiori controlli soprattutto nelle zone più calde che in questo inizio d’estate sembrano concentrarsi nella zona di Levante e del lungomare Sauro dove comitive di decine di giovanissimi si riuniscono nei fine settimana con conseguenze devastanti soprattutto per i gestori degli stabilimenti balneari che lamentano danni e vandalismi continui.

LEGGI ANCHE:
Pesaro, è allarme siccità: nei primi sei mesi dell'anno la pioggia di maggio 2019

In strada si tirano bottiglie, coppia di turisti lascia l'albergo: «In questa zona non ci sentiamo sicuri»

Chieste anche ai gestori degli stabilimenti di installare o potenziare la videosorveglianza e maggiore collaborazione da parte dei gestori dei locali frequentati dai ragazzini. Più sorveglianza anche al Miralfiore .
 
Ieri mattina il prefetto ha convocato e presieduto una riunione in videoconferenza del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato i vertici provinciali delle forze di polizia, il sindaco Matteo Rissi e l’assessore alla sicurezza del Comune di Pesaro Riccardo Pozzi, unitamente al comandante della polizia municipale, Gianni Galdenzi, è stata condivisa l’esigenza di elevare ulteriormente il livello di attenzione nel parco Miralfiore e nelle aree limitrofe per prevenire e contrastare una possibile recrudescenza dei fenomeni di microcriminalità. Al riguardo è stata disposta, da subito, una intensificazione dell’attività di presidio e controllo da parte delle forze di polizia, con la collaborazione della polizia locale, volta a garantire nell’area una maggiore cornice di sicurezza. Parallelamente continuerà incessante l’attività investigativa delle forze di polizia che ha consentito, negli ultimi giorni, di infliggere colpi allo spaccio di sostanze stupefacenti. Durante il Comitato sono state poi analizzate le criticità emerse in occasione dello scorso weekend, legate alla commissione di atti vandalici in alcuni stabilimenti balneari del lungomare Sauro. In proposito, è stata condivisa l’esigenza di una riproposizione del dispositivo di controllo coordinato tra forze di polizia e polizia locale, con una intensificazione dei servizi nelle aree a maggior concentrazione di persone, soprattutto di giovani. Sarà intensificata anche l’azione di controllo amministrativo presso i locali della zona sia riguardo all’osservanza delle prescrizioni per prevenire il contagio da COVID-19 sia relativamente alla vendita di bevande alcoliche ai minori. Sotto questo profilo è stata ribadita l’esigenza di una collaborazione da parte dei gestori dei pubblici esercizi affinchè assicurino la scrupolosa osservanza delle norme anticontagio e segnalino con la massima tempestività alle forze di polizia ogni eventuale turbativa che dovesse verificarsi nelle immediate vicinanze dei locali.
Collaborazione
Nel garantire che sarà disposto un potenziamento dei presidi di polizia nelle zone maggiormente interessate dalla commissione di atti vandalici, è stata infine rimarcata la necessità che i titolari degli stabilimenti balneari promuovano iniziative anche comuni per il ricorso a servizi di vigilanza privata ai propri esercizi, oltre a verificare la possibilità della realizzazione di impianti di videosorveglianza in modo da consentire un più tempestivo ed efficace intervento da parte delle forze di polizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA