Rissa tra ragazzini, torna con un machete per farsi giustizia e aggredisce i vigili: arrestato 19enne

Venerdì 26 Febbraio 2021 di Luigi Benelli
Pesaro, rissa tra ragazzini, torna con un machete per farsi giustizia e aggredisce i vigili: arrestato 19enne

PESARO - Una rissa tra ragazzi al Campus, arrestato un 19enne con un machete da 35 centimetri. Il fatto è accaduto ieri mattina poco dopo le 8 nella zona delle scuole. La pattuglia della polizia locale si trovava in servizio in via Nanterre davanti al Campus per la vigilanza sul rispetto delle norme anti Covid, quando gli è stata segnalata una possibile rissa davanti all’Istituto Benelli.

 

Gli agenti della municipale hanno raggiunto immediatamente il posto, ma il gruppo di ragazzini protagonisti del litigio si è disperso. Uno di loro ha però continuato ad inveire contro gli altri ma si è allontanato verso via Solferino cercando di seminare la Polizia. 
La pattuglia però è andata subito con l’auto di servizio verso via Solferino e poi in via Guido D’Arezzo dove ha rintracciato il ragazzo all’altezza dell’intersezione con via Boito. Una volta raggiunto, il 19enne, si è rifiutato di farsi identificare, anzi ha iniziato ad inveire contro gli agenti colpendoli con il suo zaino. Non pago si è poi scagliato su uno dei due facendolo cadere a terra. Il poliziotto ha reagito immediatamente cercando di bloccare a sua volta il giovane che però ha opposto resistenza cercando di colpire gli agenti e anche altri colleghi arrivati nel frattempo in supporto insieme ad una pattuglia del Norm carabinieri. Durante questi momenti di concitazione è emerso che il ragazzo aveva infilato nei pantaloni un coltello tipo machete con una lama lunga 35 cm che gli è stato immediatamente requisito per essere sottoposto a sequestro. L’agente rimasto ferito ne avrà per trenta giorni, meno gravi le condizioni della collega. Il giovane M.A. residente a Sassocorvaro, è stato quindi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Ma non si è calmato, anzi ha proseguito nel suo atteggiamento di resistenza e violenza anche una volta portato all’interno del Comando di via Mario del Monaco dove sarà trattenuto fino all’udienza di convalida dell’arresto prevista nelle prossime ore. Si tratta di un ragazzo italiano di origini nordafricane che non frequenta le scuole del Campus, ma è iscritto a un corso professionale a Fano che inizia leggermente più tardi rispetto all’orario scolastico tradizionale. Dunque invece che dirigersi a Fano, si è fermato a Pesaro, molto probabilmente proprio per incontrare gli altri ragazzi con cui è scoppiata la rissa. 
Non è ancora chiaro il motivo della lite, ma il possesso del lungo coltello potrebbe far pensare a una sorta di appuntamento per un regolamento di conti. La polizia locale sta indagando sul caso: per ora non sono stati ancora identificati gli altri giovani che alla vista delle forze dell’ordine sono scappati. Gli agenti della Municipale hanno già salvato tutte le immagini delle telecamere di sorveglianza del Campus scolastico. Tutti i filmati saranno visionati attentamente per risalire ai responsabili e cercare di ricostruire la dinamica della rissa, sperando che i giovani non si siano radunati in un punto non coperto dagli occhi elettronici. Per ora non si esclude nessuna pista rispetto ai motivi del litigio. Un paio d’anni il Campus fu protagonista di un’altra rissa tra due bande di minorenni per una ragazza contesa. Il processo è ancora in corso.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA