Turismo, arriva la guida Lonely Planet di Pesaro, Urbino e San Bartolo

Turismo, arriva la guida Lonely Planet di Pesaro, Urbino e San Bartolo
Turismo, arriva la guida Lonely Planet di Pesaro, Urbino e San Bartolo
di Elisabetta Marsigli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 19:11 - Ultimo aggiornamento: 19:26

PESARO - Da ieri la nostra provincia è in formato pocket da portare nello zaino: la più famosa e autorevole guida di viaggio Lonely Planet ha infatti dedicato un suo volume a “Pesaro e Urbino e Riviera del San Bartolo”, con 163 pagine da sfogliare e studiare, 52 comuni da visitare, per conoscere “Il Meglio, da vivere, da scoprire”. 

La presentazione

La “Pesaro e Urbino e Riviera del San Bartolo Pocket” di Lonely Planet è «Una guida pensata per chiunque voglia trasformare una visita ad alcune icone universali della storia dell’arte in un viaggio ricco di sorprese: dalla scenografica natura della Riviera del San Bartolo al rinnovato fermento culturale che si respira a Pesaro, la città che ti costringe a prolungare il tuo soggiorno» ha sottolineato Angelo Pittro, direttore Lonely Planet Italia, durante la presentazione di ieri nel salone Metaurense di Palazzo Ducale a Pesaro, alla presenza di diversi sindaci del territorio, del presidente della Provincia Giuseppe Paolini, numerosi operatori del comparto e del sindaco Matteo Ricci e vicesindaco Daniele Vimini di Pesaro. «Un’occasione splendida, che ci permette di valorizzare Pesaro, la nostra provincia, la Riviera del San Bartolo, e che conferma la bella collaborazione attivata con Lonely Planet che porterà in città, dal 15 luglio, l’UlisseFest, il suo festival del viaggio», ha evidenziato Ricci, ma è anche un’occasione importante, come ha aggiunto Vimini «perché si lega all’edizione aggiornata della guida delle Marche (legata alla nomina di destinazione “Best in Travel 2020" da Lonely Planet) che sostiene la centralità del nostro, tra i racconti dei territori, regalando un’attenzione particolare ai contenuti della nostra provincia».

L'autrice

Borghi, paesaggi, attività e consigli tracciati da Adriana Malandrino, giornalista “di luoghi” e autrice della guida: «Sono marchigiana, conoscevo Pesaro e la sua provincia ma riscoprirla con gli occhi di autrice è stato sorprendente. Questi luoghi sono un concentrato di arte, natura, tradizioni, ma hanno anche lo sguardo costantemente proiettato al futuro, all'innovazione, alla bellezza. Un territorio tutto sommato geograficamente concentrato dove però si ha la sensazione di viaggiare in luoghi diversissimi tra loro. Consiglio ai lettori di noleggiare una bici o mettersi in cammino lentamente. E di stare pronti a fermarsi spesso, stravolgendo i piani, perché ci saranno dietro ogni curva spiagge, musei, ville storiche, borghi incantati a tentarli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA