Pesaro, la pornostar è un'infermiera
nella pubblicità: il sindacato insorge

Pesaro, la pornostar è un'infermiera nella pubblicità: il sindacato insorge
1 Minuto di Lettura
Venerdì 25 Novembre 2016, 22:44

PESARO - «Basta con lo stereotipo dell'infermiera sexy. Rimuovete quei cartelli». E' l'appello che lancia la presidente del collegio Ipasvi (Infermieri professionali, Assistenti sanitari e Vigilatrici d'infanzia) Laura Biagiotti. La sindacalista infatti è furibonda con la campagna pubblicitaria ideata dal locale Pepenero di Riccione che per promuovere lo spettacolo di questo weekend con Sofia Cucci ha utilizzato una fotografia di Sofia Cucci vestita (poco) da infermiera e una scritta che recita "Giochiamo al malato e all'infermiera?". Uno spot inaccettabile per il sindacato che ha preso carta e penna e scritto, oltre che al presidente della Provincia Daniele Tagliolini, ai sindaci di Pesaro e Fano rispettivamente Matteo Ricci e Massimo Seri chiedendo di rimuovere i cartelli pubblicitari. «Tutto ciò riconduce ancora una volta i cittadini nel vedere la figura dell'infermiera in modo addirittura offensivo, associandola all'erotismo e al sesso. L'opinione pubblica italiana ha ancora una percezione inadeguata del ruolo e dell'attività degli infermieri». La Federazione Ipasvi auspica che certi luoghi comuni vengano prima o poi superati.  Il sindacato sollecitava provvedimenti di cui non c'è stato bisogno dato che il gestore del locale ha deciso, dopo le polemiche, di fermare il camion vela che diffondeva tra Rimini e Pesaro la campagna promozionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA