Piazzale Primo Maggio: operazione decoro per l’area cenerentola. Interventi sull’arredo urbano, via le vecchie rastrelliere e stop a sosta selvaggia

Martedì 5 Ottobre 2021 di Letizia Francesconi
Piazzale Primo Maggio: operazione decoro per l area cenerentola. Interventi sull arredo urbano, via le vecchie rastrelliere e stop a sosta selvaggia

PESARO -  Piazzale Primo Maggio, a pochi passi da corso XI Settembre e dalla cerniera naturale con viale Marconi, tra gli spazi del centro storico è forse la zona che da più tempo attende un intervento di restyling e recupero. Basti ricordare l’appello, della scorsa primavera, di residenti e commercianti in cerca di ascolto da parte dell’Amministrazione comunale.

 

Ma qualcosa si sta muovendo per l’area cenerentola come spiega il presidente del quartiere centro Luca Storoni: «Sostenuti e progettati grazie al contributo del consiglio di quartiere i primi interventi di manutenzione straordinaria per dare una prima risposta alle istanze dei residenti, e questo è stato reso possibile grazie a un lavoro congiunto con assessorato ai Lavori Pubblici e Aspes per la cura del verde urbano».


Riportare dunque maggior decoro al piazzale nell’attesa, come osservano gli assessori a Lavori Pubblici e Cultura, Enzo Belloni e Daniele Vimini, di un intervento più strutturale di medio-lungo respiro che valorizzi il collegamento sull’asse di viale Marconi-zona mare, a maggior ragione in vista dell’inaugurazione del Pala Scavolini (in questi giorni si sta coprendo il tetto del vecchio hangar di viale dei Partigiani) e di una riqualificazione del degradato ex carcere minorile all’angolo tra le vie Bertozzini e Luca della Robbia per cui mesi fa il sindaco Matteo Ricci ha lanciato l’idea di farci una scuola della creatività intercettando le risorse che arriveranno dall’Europa. ma restiamo al presente e all’operazione decoro in atto.

«Un piazzale Primo Maggio più ordinato e meno caotico anche per i flussi di traffico e la sosta – entra nel merito il presidente di quartiere – in accordo con il servizio Lavori Pubblici e le attività economiche, sono state eliminate le vecchie rastrelliere per le bici all’angolo del piazzale e di fronte le attività stesse e al portale della chiesa di Sant’Agostino, in sovrannumero ma soprattutto arrugginite. Per questo verranno previsti nuovi posti per le due ruote più consoni a un centro storico. Per dare dignità al portale della chiesa di Sant’Agostino, sarà ricostruita la pavimentazione originaria in selciato antico. Sistemata la parte dell’arredo, all’ufficio Mobilità il quartiere centro, ha chiesto anche di migliorare l’arredo urbano in genere con nuove soluzioni e trovare una diversa disposizione per i parcheggi a lato dell’area verde e dell’ingresso a Sant’Agostino, migliorando la sosta, spesso impropria dei residenti in Ztl. Segnalati anche gli attraversamenti pedonali in via Cartella funzionali ai parcheggi sul tratto carrabile. Interventi, che insieme a una manutenzione del verde, sono stati programmati con risorse proprie del quartiere, somme che il centro aveva ricevuto nei mesi scorsi proporzionalmente ad altri quartieri che necessitavano di interventi».

Verde urbano: i residenti dei condomini al centro di piazzale Primo Maggio, da tempo chiedevano maggiore cura e dignità dell’area verde, troppo poco valorizzata così com’è oggi, fra il via e vai continuo di auto e mezzi di carico-scarico e ancora poco illuminata. Via libera anche all’intervento di cura del verde pubblico con l’eliminazione di piante ammalorate e che poco si adattano ad un centro storico e la sostituzione con nuove specie. Più verde quindi nel piazzale ma anche nelle vie laterali di ingresso a corso XI Settembre e con la piantumazione di decine di nuove siepi sparse in più punti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA