Pesaro città da rivoluzionare: opere per 136 milioni di euro. L'assessore Pozzi: «Agenda da record assoluto»

Pesaro città da rivoluzionare: opere per 136 milioni di euro. L'assessore Pozzi: «Agenda da record assoluto»
Pesaro città da rivoluzionare: opere per 136 milioni di euro. L'assessore Pozzi: «Agenda da record assoluto»
di Thomas Delbianco
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 21 Settembre 2022, 03:25

ESARO Il Piano delle Opere si amplia con impianti sportivi e scogliere e arriva, grazie ai fondi Pnrr, a 136 milioni di euro. La giunta ha approvato ieri la variazione al Piano triennale degli investimenti che «toccano la quota record di 136 milioni di euro, a indicare una mole di investimenti mai raggiunta dal Comune di Pesaro» afferma Riccardo Pozzi, assessore al Fare. 


La capacità d’attrazione


«Una cifra frutto, in gran parte, dei finanziamenti del Pnrr che il Comune è riuscito ad attrarre, «grazie alla capacità di pianificare, progettare e programmare dell’Amministrazione e che restituirà al territorio una grande stagione di investimenti». La variazione di settembre inserisce nel Piano triennale 1,5 milioni per la “Cittadella dello sport” che sorgerà con la pista ciclorotellistica di Torraccia e che prevede anche la realizzazione di una palestra con spogliatoi, infermeria e uffici e l’impianto di illuminazione, attrezzature calisteniche, parete da arrampicata e attività funzionali sviluppate sulla verticalità. Inserito anche 1 milione per la ristrutturazione dello Stadio del baseball in via Palestro, progetto con cui sarà rigenerato il diamante “Norberto Crinelli” di via Marsiglia, comprensivo delle tribune e dei suoi spogliatoi funzionali anche al campo da calcio che sarà creato nell’area verde interna; prevista anche la rigenerazione del vicino “Campo Nike”.

La cittadella del basket


Ci sono poi i 4 milioni per la realizzazione della Cittadella del basket quindi di una “struttura coperta polifunzionale da adibirsi a campo di allenamento e/o per agonismo basket e attività motorie correlate, corredata di tribune e spogliatoi; uffici, sala riunioni e convegni; museo del basket; sala fitness e riabilitazione e spazi funzionali; sala infermeria; spazi esterni; campo da allenamento”. La cittadella del basket sorgerà nell’impianto sportivo di via Togliatti, che di recente ha aperto i battenti per le attività legate al nuoto.

 
La manutenzione


Chiudono la variazione i 500mila euro per la straordinaria manutenzione tramite rifiorimento con massi naturali di 11 scogliere nella spiaggia di Levante. Il progetto è stato rivisto per poter rispettare i parametri previsti dai canali di finanziamento del Pnrr e per non incontrare difficoltà nel procedimento di verifica della Valutazione di Impatto Ambientale. «Sono tutti investimenti che siamo riusciti a intercettare e che ci permetteranno di rendere la città più attrattiva e più all’avanguardia anche sul piano dell’edilizia» dice Pozzi nel ricordare come, nel complesso, i 136 milioni di euro del Piano triennale delle opere tocchi tutti gli asset strategici di Pesaro 2024: cultura (ad esempio con i 20 milioni per i palazzi Mazzolari, Almerici e San Domenico, i 30 dei Pinqua per il San Benedetto e per l’asse via Castelfidardo-via Passeri), scuola (circa 14 milioni di contributi Pnrr per l’edilizia scolastica sostenibile), sport e sociale (circa 6 milioni a cui si aggiungono i 12 milioni dei fondi “Sicuro, verde e sociale: riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica). 


La tempistica


«Ora è fondamentale rispettare le milestone, le tempistiche dettate dai Pnrr, che prevedono per la maggior parte dei casi l’avvio dei lavori nel 2023». Nel dettaglio, quelle della Cittadella dello sport, dello stadio del baseball e della Cittadella del basket indicano che l’approvazione del progetto definitivo avvenga entro gennaio 2023 e lo svolgimento della procedura di gara entro marzo dello stesso anno. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA