Pesaro, pesca un succulento tonno rosso
ma violando le regole: multa e sequestro

Martedì 23 Luglio 2019
Pesaro, pesca un succulento tonno rosso ma violando le regole: multa e sequestro

PESARO - Pesca un succulento tonno rosso, ma senza rispettare le regole: maxi multa e preda sequestrata.
Nel fine settimana appena trascorso i Militari della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Pesaro hanno svolto mirati controlli sulla pesca professionale e sportiva, ad esito dei quali sono state elevate due sanzioni amministrative, per un totale di 2.600 euro e sequestrato un esemplare di tonno rosso, che il pescatore sportivo occultava a bordo del proprio natante da diporto e numerose attrezzature da pesca presenti a bordo dello stesso.

Il cigno nero Ugo è rimasto solo: rapita da ignoti la sua Rosina

La pesca sportiva del tonno rosso è consentita dal 16 giugno al 14 ottobre di ogni anno (sovente la chiusura è anticipata al raggiungimento del contingente di quote assegnato) per tutti coloro che sono muniti di apposita Autorizzazione rilasciata dall’Autorità Marittima. La pesca sportiva del tonno rosso è regolamentata dal Regolamento (UE) 1627/2016 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 14.09.2016 e localmente dall’Ordinanza della Capitaneria di Porto di Pesaro n° 17 in data 18.05.2019 (è possibile consultare le Ordinanze sul sito www.guardiacostiera.gov.it/pesaro). Nell’ambito della pesca ricreativa è vietato catturare, detenere a bordo, trasbordare e sbarcare più di un esemplare di tonno rosso per uscita in mare al giorno per unità da diporto ed è sempre vietata la commercializzazione. I comandanti delle unità da diporto che effettuano cattura di tonno rosso devono comunicare, prima di ormeggiare e con ragionevole anticipo, i dati relativi alla cattura all’Autorità Marittima del porto di sbarco.

Ultimo aggiornamento: 12:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA